Fase 2: a Firenze dal 28 maggio ripartono le 'palestre all'aperto'

Al via il progetto della Uisp nei parchi pubblici con un istruttore che aiuta le persone 

Riparte dal 28 maggio a Firenze il progetto 'Palestre all'aperto'. L'iniziativa dell'assessorato allo sport di Palazzo Vecchio, in collaborazione con l'Uisp, si propone di ampliare ulteriormente l'offerta di attività motoria all'aria aperta, con l'obiettivo specifico di promuovere una corretta e costante attività fisica rivolta alle persone di tutte le età, valorizzando nel contempo gli spazi verdi cittadini.

In ogni quartiere è stato individuato un giardino o un parco dove, in estate (giugno, luglio e prime tre settimane di settembre), le persone verranno coinvolte in un'attività motoria libera e non organizzata, ma stimolata, seguita e assistita da tecnici qualificati dell'Uisp: l'adesione è volontaria e gratuita, si potrà partecipare - con guanti e mascherina - fino al raggiungimento dei posti disponibili.

I luoghi interessati sono quelli i giardini di piazza Tasso, Bellariva, piazza Elia dalla Costa, boschetto di Soffiano e giardino del Lippi in via Fanfani: due le fasce orarie, dalle 9 alle 9.40 e dalle 9.50 alle 10.30.

"Dopo oltre due mesi di lockdown - ha sottolineato l'assessore allo sport Cosimo Guccione - i cittadini hanno sicuramente una gran voglia di riprendere l'attività fisica magari con una guida che li possa supportare in maniera adeguata, soprattutto dopo questo lungo periodo di stop". "Parchi e giardini - ha ricordato l'assessore all'ambiente Cecilia Del Re - possono essere luoghi sani e belli dove fare attività sportiva, prestando naturalmente massima attenzione alle norme di sicurezza".

27/05/2020