Robotica, Pisa e Genova sul podio europeo
I robot "naturali" di Manuel Catalano

Il ricercatore ha ricevuto il premio Georges Giralt Award 2014. Il riconoscimento viene conferito ogni anno dall'associazione di industrie e centri di ricerca europei del settore

Si chiama Manuel Catalano il vincitore del prestigioso Georges Giralt Award 2014, il riconoscimento europeo che EuRobotics AISBL – l'associazione di industrie e centri di ricerca europei del settore – conferisce ogni anno alla migliore tesi in Robotica. Il premio è stato consegnato durante l'European Robotics Forum, svoltosi a Rovereto dal 12 al 14 marzo

Catalano è italiano, attualmente è ricercatore post-doc all'IIT, ma ha conseguito il dottorato di ricerca lo scorso anno al Centro Ricerca "E. Piaggio" dell'Università di Pisa in collaborazione con l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova. La sua tesi ha progettato tipi di robot che si muovono in base all'ambiente circostante grazie ai nuovi VIA, motori a forma cubica detti anche qbmove che permettono movimenti simili a quelli del corpo umano. L'elaborazione di Catalano sviluppa un robot che è rigido nei movimenti di precisione, cedevole quando va veloce o entra in contatto con il corpo delle persone.

Passando dalla teoria alla pratica l'azienda qbRobotics, spin-off del Centro "E. Piaggio" e dell'Istituto Italiano di Tecnologia, s'impegna a costruire nuovi muscoli robotici con il contributo libero di una comunità di utlizzatori e sviluppatori. L'applicazione dei qbmove avviene anche nella realizzazione di una mano robotica, la Pisa-IIT SoftHand, che prende esempio dai movimenti versatili della mano umana.

22/03/2014