Dal Chianti allo spazio con il laboratorio tecnologico Spacelab

Al via la compagna di crowdfunding dell'Osservatorio Polifunzionale del Chianti per aprire un centro di tecnologie spaziali a misura di ragazzi e disabili

Collegarsi con gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale e condurre i loro stessi esperimenti grazie a stampanti 3D e strumentazioni all’avanguardia. Sono solo alcuni degli obiettivi di Spacelab, la campagna di crowdfunding a cura dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, nata per creare un laboratorio di tecnologie spaziali dedicato ai ragazzi unico in Italia. 

L’Osservatorio è una struttura pubblica di proprietà dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino e gestita dall’Università di Firenze dove si trova il telescopio più grande della Toscana e uno dei maggiori in Italia
Spacelab è un percorso educativo che unisce scienza, arte e natura, volto alla formazione di ragazzi, insegnanti e famiglie mediante l’apprendimento diretto. È uno strumento innovativo che produce un’esperienza emozionale e intellettiva, stimolante e creativa.
"Se il progetto Spacelab si realizzerà, i ragazzi potranno sperimentare quello che fanno gli astronauti e potranno parlare con loro. Questo per noi è l’impegno più importante: portare la meraviglia dello spazio ai ragazzi, incuriosirli al sapere" sottolinea il responsabile scientifico dell'Osservatorio, Emanuele Pace.

I fondi raccolti attraverso la campagna di crowdfunding saranno impiegati per l’acquisto di tutto il materiale necessario al collegamento video con la stazione spaziale internazionale utilizzabile anche da persone affette da disabilità disabili (accesso con carrozzina, sottotitoli per non udenti, tastiere per domande da persone mute), una stampante 3-D per la realizzazione di piccoli progetti, strumenti utilizzati nello spazio per esperimenti di fisiologia umana, di botanica e di etologia. 

25/05/2019