Robotica: un docente pisano alla guida della prima onlus nazionale

A Milano è nato l'Istituto di robotica e macchine intelligenti che riunisce tutti gli attori e scienziati italiani del settore, presieduto da Antonio Bicchi dell'Università di Pisa

Il docente dell'Università di Pisa Antonio Bicchi è stato eletto alla guida del nuovo Istituto di robotica e macchine intelligenti (I-rim), nato ufficialmente oggi a Milan che riunisce tutti gli attori e scienziati italiani del settore, dalla ricerca più visionaria all'industria più aperta alle tecnologie avanzate.

I-rim è un'associazione nazionale no profit che vuole promuovere lo sviluppo e l'uso delle tecnologie dell'interazione per il benessere dei cittadini e della società. "Il motto del nostro neonato istituto è 'Diamo corpo all'intelligenza artificiale' – dice Bicchi – e le tecnologie dell'interazione (Iat) si concentrano infatti su quegli aspetti dell'intelligenza artificiale che hanno a che fare con il mondo fisico e su come modificarne il comportamento. Sono quindi complementari alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (Ict), che si occupano principalmente di raccogliere, trasmettere e analizzare dati".

Alcuni campi in cui le tecnologie dell'interazione sono indispensabili sono l'ausilio fisico alle persone anziane o disabili, la riduzione dei pericoli e della fatica nel lavoro, il miglioramento dei processi di produzione di beni materiali e la loro sostenibilità, la sicurezza, l'efficienza e la riduzione dell'impatto ambientale del trasporto delle persone e dei beni, il progresso delle tecniche diagnostiche e chirurgiche.

01/07/2019