I robot ci salveranno dall'apocalisse Piombino ospita l'EuRathlon

Novanta ore di competizione in uno scenario post-apocalittico: sfida tra 40 robot provenienti da tutto il mondo ed oltre 150 partecipanti

Una sfida multidominio in tre elementi in uno scenario di criticità, come quello della Fukushima post eplosione 2011. Sarà la centrale - ormai quasi dismessa - di Tor del Sale, vicino a Piombino, ad ospitare dal 17 al 25 settembre prossimi la sfida internazionale di euRathlon, 90 ore di competizione robotica aperte gratuitamente al pubblico, con competizioni tra obot terrestri, sottomarini e aerei.

Le macchine ispezioneranno l'area di quella che sembrerá una catastrofe appena avvenuta, sulla falsariga di quanto successo a Fukushima nel marzo del 2011, raccogliendo dati, identificando criticità e pericoli, cercando dispersi e perdite pericolose per l'ambiente, chiudendo anche valvole con bracci meccanizzati, il tutto in una gara contro il tempo.

"A Piombino tanti robot di concezione modernissima, utili per soccorso e per mille usi civili e di salvaguardia ambientale, certo; ma soprattutto tanti giovani ricercatori che si mettono letteralmente in gioco, sfidando anche nuovi modelli di imprenditorialità e creatività – sottolinea la neo-vicepresidente e assessore regionale all'università e alla ricerca Monica Barni - Un'occasione per mostrare alcune eccellenze della Toscana, in cui si integrano ricerca e conoscenza per favorire lo sviluppo. Ne sono esempio il progetto di robotica subqcquea Thesaurus dell'Università di Firenze, guidato dal professor Benedetto Allotta, e il polpo-robot PoseiDrone della Scuola Sant'Anna di Pisa, finanziato dalla Regione".

In anteprima mondiale studenti ed esperti del settore, provenienti da 21 Paesi, testeranno in pubblico intelligenza e autonomia delle loro innovative macchine, in scenari simulati ma realistici, dinnanzi a una giuria internazionale e anche di fronte a esperti giapponesi interessati a vedere come potrebbero essere meglio affrontate certe catastrofi. L'evento è finanziato dalla Commissione Europea e organizzato dal Centro Nato per la Ricerca Marittima e la Sperimentazione (Cmre) di La Spezia su mandato del consorzio euRathlon.

Ti potrebbe interessare anche :

- Spazio, da Artimino al Sole via Nasa grazie alla sonda Solar Probe Plus

- Il tavolo ricarica cellulare? È pisano, leggero e facilmente trasportabile

- Geotermia e biomassa in Toscana Primo impianto al mondo congiunto

15/09/2015