Da Pisa 'Kiber 3' il primo sistema indossabile di realtà aumentata

È un 'kit' pensato per le manutenzioni post Covid che permetterà di lavorare in sicurezza nelle industrie

Viene dalla Toscana il primo sistema indossabile di realtà aumentata non-stop, che consente di coprire un intero turno di lavoro senza ricaricare la batteria, per gli interventi di manutenzione industriale uomo-macchina guidati da remoto: si chiama Kiber 3 e lo ha sviluppato Vrmedia, azienda spin-off del Laboratorio di Robotica percettiva della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

È un kit composto di visore binoculare ad alta risoluzione, videocamera, cuffie antirumore e microfono, che si monta sui comuni elmetti di sicurezza e permette a tecnici non specializzati di operare a mani libere, in condivisione con uno o più specialisti collegati da remoto, per effettuare riparazioni, manutenzioni o assemblaggi in situazioni di emergenza, piattaforme offshore, navi, spazi confinati, luoghi isolati.

"Durante e dopo il lockdown, con gli ingegneri bloccati in Italia dalle misure anti Covid-19 - spiega Franco Tecchia, cofondatore e direttore tecnologico di Vrmedia - questo kit ha permesso, per esempio, di effettuare le ispezioni da remoto di un impianto per gli imballaggi in Oman e di effettuare la certificazione di una nave in Liberia. La possibilità di aumentare la capacità di intervento dei tecnici sul campo assistendoli da remoto, e senza interruzioni per sostituire le batterie, rappresenta un vantaggio enorme, sia per la rapidità degli interventi sia per la sicurezza dei lavoratori negli ambienti pericolosi".

Kiber-System-back2

Kiber precisa una nota dell'azienda, "è l'unico sistema al mondo che garantisce fino a 7 ore di autonomia (contro 1 o 2 ore dei comuni dispositivi wearable) per operare in realtà aumentata: un tecnico sul campo può condividere con tre operatori remoti i dati, le misurazioni e le immagini in diretta di 4 telecamere (frontale, videocamera-torcia con funzione termica, sonda visiva e smartphone)".

Il sistema è destinato principalmente ai settori oil & gas, costruzioni, manifatturiero, manutenzione, difesa, marittimo, utility, rinnovabili, telecomunicazioni e trasporti

01/07/2020