La scienza scende nelle piazze della Toscana per la Notte dei ricercatori

di Ilaria Giannini

Venerdì 25 settembre a Pisa, Firenze, Siena, Luca, Prato, Arezzo e Cascina tornano gli appuntamenti dedicati alle scoperte scientifiche

Vedere il robot umanoide progettato dal Centro Piaggio di Pisa al lavoro, scoprire i segreti nascosti nelle etichette del vino all’Università per Stranieri di Siena, assaggiare la cioccolata che fa bene al cuore realizzata dalla Scuola Superiore Sant’Anna.

Sono solo alcuni degli eventi che animeranno le città della Toscana in occasione di Bright, la Notte europea dei ricercatori che torna venerdì 25 settembre in 300 città di 24 paesi dell’Unione, con tante iniziative speciali per avvicinare i cittadini alla ricerca scientifica, raccontando come gli studi e le scoperte portate avanti negli enti di ricerca e delle università possano migliorare la vita di tutti.
In programma aperitivi con i ricercatori, laboratori per i bambini, dimostrazioni pratiche, spettacoli e proiezioni di film non solo nelle città universitarie di Pisa, Firenze e Siena ma anche a Prato, Lucca, Arezzo e Cascina, con un unico filo conduttore che è il tema di quest’edizione: la luce.

Tra gli eventi da non perdere, il concerto di Stazioni Lunari in Piazza del Campo con Ginevra di Marco, Max Gazzè e gli ex Csi, ma anche la dimostrazione di “telecinesi” al Cnr di Pisa, dove hanno sviluppato cuffie con speciali sensori da indossare che permettono di spostare alcuni oggetti. E ancora il laboratorio per bambini del Giardino dei Semplici di Firenze, per fare il giro del mondo studiando le piante esotiche, la robotica indossabile sviluppata dai ricercatori di Siena, per una nuova frontiera per l’interazione tra uomini e robot.

Per il programma completo: www.bright2015.org


11/09/2015