PORTE APERTE GRAZIE AL FAI ALLA VILLA MEDICEA DELL'AMBROGIANA

Porte aperte grazie al FAI alla Villa Medicea dell'Ambrogiana

La villa di Montelupo Fiorentino domenica 19 maggio sarà aperta al pubblico per una visita guidata

La Villa Medicea dell'Ambrogiana a Montelupo Fiorentino, fino a due anni fa sede dell'ospedale psichiatrico giudiziario, sarà aperta al pubblico senza prenotazione per iniziativa della presidenza della Regione Toscana, del Fondo Ambiente Italiano e del Comune. L'appuntamento è fissato per domenica 19 maggio. Il municipio avendo stipulato una concessione temporanea con il Demanio, proprietario del complesso ha potuto organizzare alcune iniziative nel corso della primavera, tra cui questa. 

Tra le più maestose ville medicee, costruita per volere di Ferdinando I, si avvantaggiava del privilegiato rapporto con il fiume, provvista anche di un “porticciolo” dove attraccavano i navicelli, amata per i soggiorni di svago, per le attività venatorie e quale luogo di sosta negli spostamenti della corte tra Firenze e Pisa.
Prediletta da Cosimo III, che vi allestì collezioni di dipinti, ma anche di esemplari botanici e naturalistici
, fu da questi dotata di un convento dedicato a san Pietro d’Alcantara, dove fece stabilire dei monaci giunti appositamente dalla Spagna. Fu qui che nel 1661 Cosimo III incontrò per la prima volta Margherita d’Orléans, sposata per procura.

La giornata prevede la partecipazione della guide del Fai, della Pro Loco e dei ragazzi dell'istituto tecnico 'Cattaneo' di San Miniato che accompagneranno a gruppi i visitatori dentro la villa, costruita per volere di Ferdinando I, sia negli ambiti signorili che in quelli penitenziari. La villa sarà visitabile nel corso della giornata dalle 10 alle 17.

07/05/2019