Torna la Fiera Antiquaria di Arezzo e si sposta nel parco del Prato

Dal 6 giugno, dopo due mesi di interruzione, ricomincia la storia manifestazione aretina che dal 1968 non si era mai fermata 

Dopo due mesi di interruzione, fatto mai accaduto dal 1968, anno della sua fondazione, torna da sabato 6 giugno la Fiera Antiquaria di Arezzo. Invece che nelle strade e vicoli del centro storico come da tradizione, la manifestazione fieristica, che si tiene la prima domenica del mese e il sabato precedente, si svolgerà nel parco del Prato, a due passi dalla Cattedrale.

La fiera era stata l'ultima manifestazione cittadina a chiudere, con l'edizione svoltasi a marzo, e sarà la prima a ripartire. Un vertice in prefettura ha visto l'accordo sia sulla sicurezza che sulle date della manifestazione.
"La ripartenza sarà al Prato - commenta l'assessore alle attività produttive del Comune di Arezzo Marcello Comanducci - e questo sarà l'assetto per quattro edizioni, quindi l'eventuale rientro in centro è previsto per ottobre". 

Antiquariato

La fiera è la più antica d'Italia: è stata la prima manifestazione antiquaria ad avere cadenza mensile regolare, con un successo duraturo e consolidato nel tempo.
Ogni mese più di 500 espositori si ritrovano per esporre i loro tesori e l'evento è frequentato da tutti gli appassionati e i curiosi, alla ricerca del pezzo pregiato tra mobili, libri e stampe antiche, dipinti, orologi e gioielli ma anche stoffe, porcellane e curiosità più svariate.

26/05/2020