Toscana regina dell'enoturismo: è la destinazione preferita in Italia

Secondo i dati presentati al Vinitaly il Chianti e Siena in particolare sono le mete italiane più scelte dai wine lovers

Andar per cantine, conoscere i produttori delle etichette di vino più amate, scoprire paesaggi e storie di impresa che stanno dietro al mondo di Bacco, partecipare a degustazioni guidate in abbinamento con i piatti locali. Vale 2,6 miliardi di euro il mercato dell'enoturismo in Italia, praticato da un italiano su quattro (il 23%), secondo una indagine del'Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor.

Tra le mete più ambite dai wine lovers domina la Toscana, con il 27% delle preferenze totali e con il Chianti e Siena tra le destinazioni preferite. Seguono il Piemonte (Langhe e Asti) al 12%, il Veneto (9%) e la Sicilia (7%).

"L'enoturismo piace - ha detto il direttore generale di Veronafiere Spa Giovanni Mantovani in un forum a Vinitaly - al punto che solo il 18% esclude la possibilità di una eno-vacanza nel prossimo futuro". L'esperienza in vigna è apprezzata soprattutto da chi viene dalle grandi città, in particolare a Milano dove il 36% ha fatto enoturismo nell'ultimo anno.

L'enoturismo è praticato molto anche dagli stranieri: già ora il 30% dei turisti stranieri viene in Italia proprio per l'offerta enoturistica, con una spesa procapite di 150 euro al giorno, molto più alta delle media. Tra gli arrivi gli enoturisti Usa sono il doppio degli inglesi, seguiti poi con un buon distacco da wine-lover austriaci e svedesi.

10/04/2019