Turismo: a Siena torna il salone mondiale delle città e dei siti Unesco

La sostenibilità dell'impatto turistico nelle città e nei borghi sarà il tema al centro del World Tourismo Event for Unesco cities and cites, che si terrà dal 28 al 30 settembre

La sostenibilità e l'impatto del turismo nelle città e nei borghi, ma anche la promozione delle ricchezze toscane, saranno i temi al centro del "World Tourismo Event for Unesco cities and cites", ovvero il Salone mondiale del turismo delle città e siti Patrimonio Unesco, che torna per il secondo anno consecutivo a Siena presso il Santa Maria della Scala. Appuntamento dal 28 al 30 settembre, tre giorni durante i quali il museo senese sarà aperto gratuitamente al pubblico.

"Valorizzare i siti Unesco – ha sottolineato l'assessore al turismo della Toscana, Stefano Ciuoffo - significa sottolineare la forza dell'offerta turistica toscana ma anche mettere insieme tanti operatori che potranno poi declinare gli incontri verso la costruzione di nuovi itinerari di viaggio per promuovere un patrimonio straordinario. Si discuteranno poi tanti aspetti legati al cosiddetto turismo sostenibile, all'impatto su città e borghi, dove spesso l'incidenza è maggiore che nei centri più grandi. Ci aspettiamo tanti spunti e anticipazioni che dovremo poi essere bravi ad interpretare e tradurre in indirizzi di governo".

Il Salone si svolgerà all'interno di uno degli spazi museali più suggestivi della Toscana. La sala del Pellegrinaio ospiterà, insieme alle altre sale affrescate, l'area espositiva del WTE; gli incontri previsti dal programma si terranno invece nelle sale attigue opportunamente attrezzate. L'evento punta non soltanto a promuovere città e siti patrimonio Unesco ma anche a fornire spunti di riflessione su temi di grande attualità strettamente legati fra loro: turismo sostenibile, preservazione e tutela del patrimonio culturale e sviluppo economico territoriale.

20/09/2018