TURISMO AVVENTURA, VIA AL SUMMIT MONDIALE A MONTECATINI

Montecatini si è aggiudicata l'edizione 2018 dell'Adventure Travel World Summit.

La città termale toscana è stata scelta come sede dell'edizione 2018 dell'Adventure Travel World Summit, evento internazionale di settore che si tiene dal 15 al 18 ottobre 

Riflettori puntati sui viaggi all'insegna dell'avventura: l'occasione è l'edizione 2018 dell'Adventure Travel World Summit, il più importante evento internazionale di settore che si tiene dal 15 al 18 ottobre in Toscana, a Montecatini Terme. Un incontro che chiama a raccolta ogni anno, da tutto il mondo, i rappresentanti dell’adventure travel industry che si riuscono per discutere di lavoro, ispirarsi e godere di una delle più belle destinazioni avventurose del mondo. 

Prima della Toscana hanno ospitato la conferenza mondiale anche Salta (2017), l’Alaska (2016), il Cile (2015) e l’Irlanda (2014).

Un’occasione per far conoscere e promuovere l’offerta toscana di turismo avventura agli oltre 1300 affiliati al network dell’Adventure Travel Trade Association (ATTA) che organizza la manifestazione e di cui la Toscana, attraverso Toscana Promozione Turistica, è entrata a far parte lo scorso anno. Quella del turismo avventura è una nicchia in crescita di viaggiatori dall'elevata capacità di spesa, basti pensare che un 'adventure traveller' spende in media - al giorno - tra i 338 e i 354 dollari

"Il Summit - ha spiegato  l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo - è l'occasione giusta per far conoscere e promuovere l'offerta toscana di turismo per gli amanti dell'avventura tra gli oltre 1300 affiliati al network dell'Adventure Travel Trade Association (ATTA) che lo organizza e di cui la Toscana, attraverso Toscana Promozione Turistica, è entrata a far parte nel 2016. Abbiamo ambienti e location più che adatte a vacanze attive e l'Atws 2018 segue la prima edizione del nostro AdventureWeek Tuscany, tenutasi nel settembre 2017, e che ha riscosso un grandissimo successo tra i partecipanti".

La Toscana è la prima regione italiana a diventare un membro attivo di ATTA e ad intraprendere un'iniziativa di questo genere con il trade internazionale del turismo d'avventura. Si è trattato di una scelta strategica per essere a stretto contatto con i leader di un segmento turistico che è tra i più attenti alla crescita responsabile.

"In questo segmento turistico – ha chiosato il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini - la Toscana non era ancora molto conosciuta fino a poco tempo fa, ma grazie all'AdventureWeek prima e all'Adventure Travel World Summit l'avventura sta diventando, a tutti gli effetti, un nuovo prodotto della nostra offerta turistica. Prodotto che va ad intercettare una domande che dal 2009 ad oggi è cresciuta del 65% e che, a livello globale, vale oltre 300 miliardi di dollari. Pur restando un turismo di nicchia, quello legato all'avventura interessa un pubblico dall'elevata capacità di spesa: basti pensare che, mediamente, quando un Adventure Traveller prenota la sua vacanza attraverso un Tour Operator, spende tra 338 e i 354 dollari al giorno. Un settore che perciò può avere importanti ricadute sulle comunità e sui territori in cui l'offerta è più strutturata".

 

15/10/2018