Turismo on air: buone le previsioni Sorridono campeggi e villaggi

Rispetto al 2015 è prevista una crescita del 2% del settore, secondo le stime della Federazione dei camping della Toscana. Le città più interessate sono Siena, Arezzo e Pisa. Sulla costa, Grosseto

Aspettative positive per il turismo all'aria aperta della stagione 2016: a segnalarlo sono i dati dell'Osservatorio regionale per il turismo all'aria aperta, resi noti dalla Faita, la federazione dei camping della Toscana, secondo i quali gli addetti del settore stimano una crescita del 2% rispetto al 2015. Il settore dei campeggi e dei villaggi turistici della Toscana mostra ottimismo e intravede una buona stagione estiva.

L'Osservatorio ha interpellato gli operatori associati a Faita Federcamping (l'associazione di categoria di riferimento collegata al sistema Confcommercio), secondo i quali è da attendersi una crescita delle presenze vicina al 2% rispetto all'anno precedente. In aumento è previsto anche il reddito pur se in misura minore (+ 1%).

Manifestano una attesa di crescita maggiore le "Aree di sosta" (+ 7,5%) e le "Aree attrezzate" (+ 5,5%), mentre minore incremento è atteso per "Campeggi e Villaggi turistici (+1,9%)". Appaiono in maggiore affanno gli Agri-campeggi, tendenzialmente stabili dopo che avevano conosciuto una forte affermazione negli ultimi anni.

LA FOTOGRAFIA DEI TERRITORI. Sotto il profilo geografico, si attendono buone performances da Siena (+ 9,3%), Arezzo (+ 6,6%) e Pisa (+ 6%). Bene anche Firenze (+ 5,1%). Per quel che riguarda la costa si presentano in lieve crescita Grosseto (+ 3%), Elba (+ 2,7%), Livorno (+ 1,4%). Positiva anche Pistoia (+ 1%). È atteso un calo delle presenze a Massa Carrara (- 3,1%) e Lucca (- 1%).

Dal punto di vista della provenienza, sostanzialmente uguale si presenta la crescita sia degli italiani che degli stranieri: le stime parlano rispettivamente di un + 1,8% e di un + 1,7%. Gli italiani sono previsti in aumento sulla costa (Grosseto + 4,7% e Livorno + 1,9%) e all'Elba (+ 2,6%), mentre si attende una diminuzione dei nostri connazionali in provincia di Firenze (- 3,1%), Massa-Carrara (- 4,3%) e Lucca (- 1%). Gli stranieri, invece, sono dati in crescita significativa nelle aree interne con un + 6% a Pisa, + 6,7% a Firenze, + 7,6% ad Arezzo e addirittura + 9,3% a Siena. Performance positive degli stranieri si attendono anche all'Elba (+ 1,9%), Grosseto (+ 1,9%) e Livorno (+ 1,3%). Calo previsto per Massa Carrara (- 2,2%) e Lucca (- 1%).

09/07/2016