Estate, primi segnali positivi per il turismo in Toscana

Il direttore di Toscana Promozione Turistica Palumbo: 'Approfittare di questo momento per fare quei cambiamenti che non siamo stati in grado di fare fino ad oggi'

Come cambierà il modo di viaggiare? E come si prepara la Toscana a vivere la trasformazione in atto nel settore turistico dopo l'emergenza covid? Alcune di queste domande sono state al centro del webinar 'Il turismo che verrà', promosso dalla Regione Toscana e nel corso del quale sono state analizzati anche i primi segnali di ripresa.

'Alcuni ci sembrano positivi' - ha detto il direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo'Dovremmo approfittare di questo momento - ha aggiunto - per fare quei cambiamenti che non siamo stati in grado di fare fino ad oggi perché ho l'impressione che ci sia un turismo delle istituzioni e un turismo degli imprenditori che vanno in direzioni, se non diverse, almeno parallele. Quindi una sfida che abbiamo davanti, oltre all'integrazione delle istituzioni, è l'integrazione del mondo delle imprese per concordare gli obiettivi, scegliere i progetti, e coordinare i fondi".

Secondo il direttore di Toscana Promozione "questo momento è propizio non solo perché le imprese, il mondo del turismo sono in fermento, ma anche perché i fondi che arriveranno sono fondi notevoli: se noi pensiamo ai fondi della Commissione europea, ai fondi dei vari livelli governativi, le fonti finanziarie sono veramente tante. Se noi oggi non riusciamo a fare questo passaggio, il mio timore è che non ci riusciremo più, non avremo più delle condizioni che per i cambiamenti sono estremamente favorevoli".

02/07/2020