UN BRINDISI IN VILLA: VISITE E DEGUSTAZIONI SPECIALI IN TOSCANA

Un brindisi in villa: visite e degustazioni speciali in Toscana

Prende il via il 24 novembre a Palazzo Aldrobandini a Firenze il ciclo di incontri nelle residenze storiche a sostegno dell'Associazione Tumori Toscana

Visitare alcune delle più belle ville storiche della Toscana, che apriranno in via eccezionale le loro porte al pubblico, e insieme degustare anche alcune delle eccellenze vinicole regionali con lo scopo di raccogliere fondi a sostegno di associazioni e enti benefici.

È questo l'obiettivo di "Un bridisi in villa", ciclo di incontri promosso dal Movimento turismo del vino Toscana (Mtv) che partirà il 24 novembre con l'apertura straordinaria di Palazzo Aldobrandini del Papa, nel centro storico di Firenze. Il ricavato di questo primo appuntamento aiuterà a sostenere l'Associazione Tumori Toscana.
Ad accogliere gli appassionati e a guidarli nelle stanze della loro dimora storica saranno i padroni di casa, a cui seguirà una degustazione con le etichette delle cantine aderenti a Mtv. Un'offerta minima di 10 euro comprende la visita guidata dell'appartamento e un calice per la degustazione.

L’evento si protrarrà dalle 16, orario di apertura, fino alle 20. Per questo primo evento saranno oltre dieci le aziende presenti con il produttore: dal Brunello di Montalcino al Carmignano Docg, passando per il Chianti e altri territori vinicoli toscani. Saranno presenti Buccia Nera, Capezzana, Col d’Orcia, Donatella Cinelli Colombini Az. Agricola - Casato Prime Donne, Fattoria del Colle, Fattoria dei Barbi, Marini Giuseppe, Melini, Podere dell’Uliveto, Poggio del Moro, Tenuta Mocenni-Bindi Sergardi, Terreno, Villa La Ripa.

"Questo evento è stato pensato per gli appassionati della bellezza - spiega il presidente del Movimento turismo del vino Toscana, Violante Gardini - questi monumenti grazie a questa iniziativa si sveleranno al pubblico con un aperitivo inusuale, il tutto con la finalità di sostenere Att nel servizio di cure domiciliari oncologiche gratuite, perché insieme possiamo essere più forti e lanciare un messaggio positivo".

20/11/2018