Storia e sapori: Un'altra estate arriva a Porto Azzurro

Giovedì 16 luglio l'Isola d'Elba ospita il secondo appuntamento con la rassegna che punta a valorizzare i borghi e i prodotti toscani

Colori e sapori intensi, la storia, le tradizioni. Un’altra estate, l’iniziativa, giunta alla sua sesta edizione, realizzata da Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana, Il Tirreno, Vetrina Toscana, FEISCT, si “tuffa” nel blu dell’Isola d’Elba. E’ proprio Porto Azzurro infatti ad ospitare, giovedì 16 luglio, il secondo appuntamento con la kermesse che intende valorizzare la destinazione turistica toscana e i prodotti enogastronomici locali lungo la costa.

Come di consueto, l’evento ha inizio intorno alle ore 19 per la visita guidata del borgo. L’itinerario porta i partecipanti a visitare la fortezza spagnola risalente al XVII secolo (trasformato poi in penitenziario nel decennio  1880 - 1990, a causa di una crisi economica acutissima). Il tour consente anche di conoscere l’azienda agricola gestita dall’istituto di pena. Dopo la visita alla Fortezza, si percorre il sentiero che conduce fino alla piazza, luogo dell’evento

A partire dalle ore 19.30, Un’altra estate si apre con i saluti istituzionali: intervengono Gianni Anselmi, presidente Commissione Sviluppo Economico - Consiglio regionale, Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica, il direttore del Tirreno Fabrizio Brancoli, il sindaco Maurizio Papi. A seguire Alvaro Claudi enogastronomo e appassionato del territorio ci fornisce suggerimenti e curiosità per visitare itinerari inconsueti.

Al  termine dei saluti istituzionali, Il Tirreno fa dono all'amministrazione comunale di una maxifoto, appositamente realizzata per l’occasione dal giornale.

La sburrita alla riese

Foto di InfoElba

L’oggetto identitario di questa tappa è il quadro della Madonna di Monserrato, a ricordare ancora il legame con la Spagna, un legame che ritroviamo anche nei sapori e negli aromi del piatto della tradizione, presentato in collaborazione con Vetrina Toscana: la sburrita. Una pietanza che un tempo i minatori usavano portare per la loro pausa pranzo: la vivacità ed il sapore di questo piatto rimandano alle sue origini moresche.

Insieme al piatto della tradizione, Irene Arquint ci accompagnerà in un viaggio alla scoperta di prodotti e curiosità della cucina locale, insieme ai produttori presenti in piazza, veri protagonisti della serata. Non mancano quindi dei piccoli assaggi delle pietanze preparate per l’occasione, accompagnati dalle note della “musica di scoglio”.

Santuario della Madonna di Monserrato, Porto Azzurro, Isola d'ElbaFoto di Ferpint

L’evento si svolge in modalità contingentata nel pieno rispetto delle normative anti-Covid19 e per permettere a tutti di assistere in sicurezza alle iniziative. La passeggiata e l’accesso all’evento sono gratuite ma è necessario prenotare inviando una mail a eventi@iltirreno.it.

La rassegna prosegue il suo viaggio alla scoperta di borghi e cibi della Toscana più autentica nelle tappe successive:

23 luglio, Volterra
6 agosto, Suvereto
27 agosto, Gambassi Terme
3 settembre, San Miniato
13 settembre, Livorno

13/07/2020