Wedding Industry Meeting: Siena è capitale del wedding tourism

Il 18 e il 19 marzo la città del palio ospita la grande fiera del settore di cui la Toscana è leader in Italia con un fatturato di 160 milioni di euro all'anno

Si sposta da Firenze a Siena, raddoppia la durata passando da uno a due giorni e si apre alla stampa internazionale di settore: sono queste le principali novità della terza edizione del Wedding Industry Meeting, evento b2b dedicato agli operatori dell'industria toscana dei matrimoni in programma il 18 e 19 marzo, a Siena presso La Bagnaia golf & spa resort. L'obiettivo, è stato spiegato oggi in conferenza stampa a Firenze, è quello di raggruppare in un unico collettore il mercato frammentato degli eventi privati e dei matrimoni.

Lo scorso anno l'iniziativa aveva registrato oltre 200 presenze di operatori del settore e 1.500 meeting b2b. In programma per la terza edizione incontri programmati tra wedding planner e fornitori del territorio (gestori di location, catering, fioristi, hotel) e conferenze formative con esperti e giornalisti del settore provenienti da Inghilterra, Medio Oriente e India. Tommaso Corsini, ideatore del Wedding Industry Meeting ha detto che la due giorni "vuole essere un evento di bandiera che offre un'opportunità di confronto sulle novità del mercato dei matrimoni. La Toscana è la prima regione in Europa ad avere un evento del genere, sostenuto dalle istituzioni".

L'assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo ha ricordato che "con 2713 eventi, 134 mila arrivi all'anno e un fatturato stimato in 160 milioni la Toscana è una regione leader in Italia per il segmento del wedding tourism di cui detiene il 30,9% del mercato nazionale". Questa terza edizione è stata sostenuta anche dalla Camera di commercio di Firenze, dal Comune di Firenze, il Comune di Siena e da Toscana Promozione turistica.

17/02/2020