Istruzione: il ministro Fioramonti al Santa Chiara Lab di Siena

Il neo ministro terrà una lezione sul tema della sostenibilità il prossimo 16 settembre

Sarà la sostenibilità il tema della lezione magistrale che il neo ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti, terrà il 16 settembre al Santa Chiara Lab dell’Ateneo senese,nell’ambito della tavola rotonda “L’educazione salverà il pianeta?”.


“Siamo davvero felici che il ministro abbia scelto l’Università di Siena per una delle sue prime uscite pubbliche”,  ha commentato il rettore Francesco Frati. “Apprezziamo molto”, aggiunge, “che i temi dello sviluppo sostenibile e gli obiettivi dell’Agenda 2030 facciano parte del programma del nuovo governo, argomenti sui quali il mondo universitario può contribuire fattivamente a trainare il paese verso un nuovo modello di sviluppo”.

“La formazione gioca un ruolo indispensabile per promuovere consumi e produzioni sostenibili”, ha spiegato il professor Angelo Riccaboni, presidente del Santa Chiara Lab. “Bisogna non solo indicare i traguardi da raggiungere ma soprattutto condividere e valorizzare percorsi, soluzioni concrete e trasformazioni virtuose, coinvolgendo le imprese e i giovani, nelle cui mani è il futuro del nostro pianeta”.

L'intervento del ministro si terrà nel corso della Siena Summer School on Sustainable Development, che si svolge al Santa Chiara Lab dell’Università di Siena fino al 20 settembre. L’evento sarà un momento di riflessione sul ruolo dell’educazione per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, al quale parteciperanno i partner della scuola insieme ad altri esperti che presenteranno esperienze e buone pratiche. 
La Scuola di alta formazione sui temi della sostenibilità è organizzata dall’Alleanza italiana per lo Sviluppo sostenibile (ASviS), in collaborazione con Fondazione Enel, Leonardo, Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (Rus), Sustainable Development Solutions Network Italia, Sustainable Development Solutions Network Mediterraneo e il Santa Chiara Lab dell’Università di Siena.

 

14/09/2019