Laurea honoris causa per Don Luigi Ciotti all'Università di Pisa

Il presidente di Libera ha ricevuto la laurea e ha lanciato un messaggio: "Questa è una società che si preoccupa dei giovani, ma non se ne occupa"

“Ai ragazzi che frequentano meravigliosamente questa Università che è un pezzo di storia del nostro Paese, l’augurio che posso fare è che siano capaci di riempire la loro vita di vita, di senso, di significato”. È questo il messaggio lanciato da don Luigi Ciotti agli studenti dell’Università di Pisa subito prima di ricevere la laurea magistrale honoris causa in Sociologia e management dei servizi sociali nel corso di una cerimonia che si è svolta oggi nell'Aula Magna Nuova del Palazzo della Sapienza.

“Pensando a loro – ha aggiunto don Ciotti - penso anche alla politica centrale, perché in questo momento in Italia ci sono oltre due milioni di giovani che hanno terminato la scuola e che non trovano lavoro. Questa è una società che si preoccupa dei giovani, ma non se ne occupa. Quindi chiediamo di prendere coscienza che l’Italia non può essere fanalino di coda degli investimenti per l’istruzione, la cultura e la formazione”.

La cerimonia di conferimento è quindi ufficialmente iniziata con il Saluto del rettore Paolo Maria Mancarella, cui sono seguite la Lettura della Motivazione da parte del vice direttore del dipartimento di Scienze politiche, Carmelo Calabrò, e la Laudatio tenuta dalla professoressa Enza Pellecchia, direttrice del Centro interdisciplinare di Scienze per la pace. “La dimensione del servizio sociale è oggi in forte crisi - ha detto don Ciotti nella sua Lectio - ed è una crisi in cui la politica ha molte responsabilità. Il servizio sociale è stato mortificato, lo dicono i dati, crescono emarginazione, fragilità e solitudine. L'istruzione e la conoscenza devono essere maestre del cambiamento”.

24/05/2019