I WRITER INVADONO FIRENZE: 53 SPAZI PER LA STREET ART IN CITTÀ

Street artist

Il comune di Firenze ha scelto alcuni luoghi in tutta la città dove si possono esprimere il talento e la creatività dei writer

Il comune di Firenze ha deciso di aprire la città all'arte individuando spazi in cui writer e artisti della bomboletta potranno sbizzarrire la propria creatività. Su indicazione dei cinque quartieri sono stati individuati i luoghi destinati alla Street Art. Si tratta di 53 spazi, di cui 35 riservati a progetti seguiti direttamente dall’Amministrazione o da soggetti privati e 18 lasciati alla libera espressione artistica dei writers.

Ecco come si presenta la situazione articolata per quartiere.

Nel quartiere 1: parco delle Cascine, scuola Verdi (San Jacopino), viale Lavagnini (Banca BNL), fermate linea 1 tram (Leopolda e Piazza Stazione), viale fratelli Rosselli (sede Lega Pro), piazza San Benedetto (garage di un privato), via delle Porte Nuove (garage di un privato), via dei Neri (esercizi commerciali e artigianali). Spazi liberi: giardino di via Maragliano, pannelli di cantiere.

Nel quartiere 2: piazza Nanotti (parete ex-deposito Ataf), viale Paoli (parete biglietteria stadio Ridolfi), giardino via Pasquali (muro di confine con Caserma Perotti). Spazi liberi: piazza Nannotti (muro di uscita del parcheggio); sottopasso Cure; sottopasso San Salvi; sottopasso piazza Alberti; sottopasso Varlungo.

Nel quartiere 3: lungarno Ferrucci (parete Rari Nnates), lungarno Ferrucci (parete Canottieri Firenze), via Villamagna (muro di cinta tra numeri civici 6 e 18), via Villamagna (muro ex-vasche), piloni del raccordo tra viadotto Marco Polo e via Villamagna, sottopasso viadotto Marco Polo, parco Anconella, via Portogallo (proprietà privata). Spazi liberi: viadotto Marco Polo (piloni e muro sotto la carreggiata); ponte da Verrazzano (pareti murarie dei terrazzi); parco dell’Anconella (su appositi pannelli); piazza Istria (pensilina in cemento).

Nel quartiere 4: via Chiusi-Canova (muro dello spazio musicale Sonoria), passerella pedonale via Mortuli (tra viale dei Bambini e la Montagnola), fermate linea 1 tramvia (Talenti e Batoni), via Chiusi (distretto sanitario, muro rampa disabili). Spazi liberi: via Bezzuoli-via Pampaloni (parete muraria a sostegno di viale Etruria, inizio Fi-Pi-Li); sottopasso pedonale via Lunga; viale Piombino (rampa di accesso da via della Casella).

Nel quartiere 5: ITI Leonardo da Vinci (muro edificio scolastico), ITIS via Benedetto Dei (muro edificio scolastico), scuola Capuana di via Campania, scuola elementare Marconi Meyer, Villa Pallini (muro di recinzione), autoparco Anas di via Baracca, via Lazio e via Marche (coop. Le Piagge), via CIroni (muro ferroviario). Spazi liberi: Ponte all’Indiano (pareti); giardino di via Castelnuovo Tedesco; giardino di via Fanfani (muro di recinzione ex-Hantarex); via del Terzolle  (muri della linea ferroviaria), via Sighele (muro ferroviario), piazza Leopoldo (pareti supermercato Coop); piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin (Viper Club).

23/08/2017