FIRENZE GAME, LA STORIA E I LUOGHI INEDITI DELLA CITTÀ IN UN'APP

Firenze Game, scoprire la città con una app.

Un gioco di carte su smartphone: protagonisti luoghi, simboli e personaggi storici del capoluogo toscano

Scoprire la città giocando come dei piccoli, grandi esploratori, mai stanchi di carpire un segreto in più della città del giglio. Un percorso avvincente che propone il comune di Firenze insieme a Linea Comune, Muse e Digital Fun, grazie alla App 'Firenze Game' pensata per bambini e ragazzi ma usufruibile, in realtà, da chiunque voglia addentrarsi nella storia dei simboli e dei personaggi fiorentini, con un semplice smartphone in mano e occhi rivolti ai monumenti.

Il gioco in lingua italiana e inglese, scaricabile gratuitamente tramite Apple Store e Google Play Store, permette agli utenti di creare un proprio avatar e sfidare gli amici: il mazzo-base contiene carte di vari colori, uno per ogni periodo storico: per vincere le carte dovranno essere disposte su una plancia virtuale in modo da creare coppie o tris tematici. Luoghi, simboli e personaggi storici si ‘incontreranno’ durante le partite, dando agli utenti la possibilità di sperimentare combinazioni vincenti e conoscere la storia nascosta dietro ogni carta.

firenze game 2

“Insieme a Fabio Viola, start-upper toscano di 27 anni, abbiamo pensato a un gioco digitale per far conoscere la storia di Firenze in modo divertente attraverso personaggi, simboli e luoghi d'attrazione più o meno battuti dai flussi turistici - ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico e turismo Cecilia Del Re - Le carte più preziose del gioco – ha proseguito Del Re - sono state infatti nascoste negli angoli della Firenze meno conosciuta, che vogliamo sempre più promuovere. Le idee di una giovane start-up si fondono così con le prerogative di una pubblica amministrazione".

Ma il gioco infatti non si ferma online: ogni giocatore potrà aggiungere nuove carte al proprio mazzo muovendosi per la città, vicino a piazze, monumenti e musei. In piazza Signoria, ad esempio, si potranno sbloccare le carte di Cosimo I, Palazzo Vecchio e della Tartaruga con la Vela; spostandosi verso le sponde dell’Arno, nei pressi del museo Galileo, il mazzo si potrà arricchire con un planisfero o un cannocchiale; proseguendo verso gli Uffizi gli utenti otterranno la carta di Leonardo e dell’Uomo Vitruviano, in un percorso in tutto il centro storico fino alle Cascine e Coverciano, dove sarà possibile sbloccare anche la carta di un famoso calciatore.

“Un progetto che coniuga esperienza digitale ed esplorazione fisica dello spazio urbano per stimolare il coinvolgimento delle nuove generazioni verso lo straordinario patrimonio culturale della città di Firenze - ha ricordato infine il game designer e co-fondatore di DigitalFun Fabio Viola. Firenze si dimostra realtà pioniera nell’utilizzare nuovi linguaggi come quello del videogioco per raccontarsi e sviluppare politiche di audience engagement”.

 

14/08/2018