FIRENZE, SIENA, PISA, PIENZA E SAN GIMIGNANO: I MAGNIFICI 5 DELL’UNESCO

di Ilaria Giannini
Firenze, Siena, Pisa, Pienza e San Gimignano: i magnifici 5 dell’Unesco

Ecco i centri storici delle città e dei borghi della Toscana riconosciuti Patrimonio Mondiale dell'Umanità

Storia, cultura, bellezza: sono cinque i centri storici della Toscana ad essere stati dichiarati dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’umanità, premiati per la concentrazione unica al mondo di opere d’arte e architettura che li rende dei veri musei in open air.

Si parte da Piazza dei Miracoli a Pisa, battezzata così da Gabriele d’Annunzio per l’originalità dei monumenti presenti, disposti secondo lo schema del segno zodiacale della Bilancia, di il Campanile è il fulcro. Qui si affacciano il Duomo, splendido esempio di romantico pisano, il Battistero, a cui lavorò anche Nicola Pisano, e il Camposanto Monumentale. Senza dimenticare la Torre pendente più famosa al mondo, che iniziata nel 1173 iniziò subito ad inclinarsi e fu completata solo nel 1350 arrivando all’altezza di circa 56 metri.

Nella lista Unesco non poteva mancare il centro storico di Firenze: dentro l’antica cerchia delle mure medievali si trova un elenco di capolavori inestimabili, da partire da Piazza Duomo, con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola del Brunelleschi e il Campanile di Giotto, senza dimenticare lo splendido Battistero di San Giovanni. E ancora la Basilica di San Lorenzo, il Msueo di San Marco con i capolavori del Beato Angelico, l’Accademia con il David di Michelangelo, Palazzo Vecchio e gli Uffizi, Santa Maria Novella, la Basilica di Santa Croce e Ponte Vecchio.

Piazza Duomo a Firenze
Piazza Duomo a Firenze

Anche il centro storico di Siena è patrimonio dell’Unesco, a partire dalla celebre Piazza del Campo con la sua forma a conchiglia su cui svettano la Torre del Mangia e Palazzo Pubblico, dove si possono ammirare capolavori come la Maestà di Simone Martini e gli Effetti del Buono e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti. E ancora il Duomo, con opere d’arte di Michelangelo, Nicola Pisano, Donatello, e il Santa Maria della Scala, il più antico ospedale al mondo nato sull’antica Via Francigena.

Sono premiati dall’Unesco anche i centri storici di due tra i più borghi delle Terre di Siena. Partiamo da Pienza, nel cuore della Val d’Orcia, la città ideale costruita secondo i principi rinascimentali per volontà di Papa Pio II, nata come scrisse Giovanni Pascoli “da un pensiero d'amore e da un sogno di bellezza”. Il progetto dell’architetto Bernardo Rossellino realizzò una disposizione armoniosa di strade, costruzioni e piazze: il Duomo, Palazzo Piccolomini, il Palazzo comunale.

Finiamo in bellezza con San Gimignano, la Manhattan del Medioevo, attraversata dalla Via Francigena, dove si contavano ben 72 torri: oggi ne rimangono 13, che conferiscono al borgo nel cuore delle Crete senesi un profilo davvero unico. Qui potrete ammirare lo splendido Duomo, con i capolavori di Benozzo Gozzoli, Ghirlandaio e Jacopo della Quercia, ma anche la Pinacoteca, che raccoglie le opere di artisti del calibro di Pinturicchio e Filippino Lippi.

12/03/2015