LA GUERRA PER IL COLTAN IN CONGO
IL LATO OSCURO DELLA TECNOLOGIA

di Ilaria Giannini
La guerra per il coltan in Congo <br> Il lato oscuro della tecnologia

A Internet Festival John Mpaliza racconta la tragedia umanitaria scatenata dalla corsa al pregiato materiale con cui sono costruiti telefonini, computer e iPad

Lo sapete che in tasca abbiamo tutti un pezzo di Congo? È il coltan, il materiale con cui vengono costruiti i cellulari, ma anche i televisori, i computer, gli iPad e la maggioranza dei dispostivi elettronici. L'80% della columbite-tantalite, chiamata “sabbia nera”, proviene dalle miniere della Repubblica del Congo e il commercio di questo minerale pregiato ha già scatenato e continua a causare violenze e conflitti: le stime dell'Onu parlano di genocidio e di 8 milioni di morti causate dalla guerra del coltan.

A raccontare questo lato oscuro della tecnologia a Internet Festival è stato il programmatore italiano di origine congolese John Mpaliza, che ha lasciato il suo lavoro a Reggio Emilia e gira l'Italia e l'Europa in una marcia della pace, per sensibilizzare autorità, associazioni e semplici cittadini su questo dramma che insanguina il Congo.
Dopo il petrolio e i diamanti è la volta del coltan, che ha scatenato una vera corsa all'oro: da parte delle multinazionali, che si avvantaggiano di una situazione politica continuamente destabilizzata, dei clan locali e dei guerriglieri provenienti anche dai paesi vicini che lottano per il controllo delle miniere.

“È una guerra economica e a rimetterci è la popolazione – spiega Mpaliza – io stesso ho perso molti familiari, mia sorella è ancora dispersa, ci sono milioni di profughi, bambini sfruttati nelle miniere a cielo aperto e altri arruolato come soldati. Il mio obiettivo è far conoscere questi fatti all'opinione pubblica, perché siamo tutti acquirenti di tecnologia a base di coltan e quindi corresponsabili”.

Per questo John Mpaliza sta lanciando la campagna “Minerali clandestini”, per promuovere la tracciabilità del coltan, in modo che i consumatori possano comprare telefonini o altre dispositivi elettronici essendo sicuri di non star finanziando la guerra con i loro acquisti. E magari col tempo finalmente la popolazione del Congo, che è uno dei paesi al mondo più ricchi di materie prime, possa beneficiare delle ricchezze naturali del suo paese.

Description for intoscana standard player

11/10/2014