Lucca pianta 3mila nuovi alberi contro i cambiamenti climatici

L'Associazione Talea su incarico del comune metterà a dimora le specie arboree nelle aree pubbliche per assorbire le emissioni inquinanti 

Lucca si prepara a piantare tremila nuovi alberi nelle aree comunali per contrastare i cambiamenti climatici.  Il progetto a Lucca è affidato all'Associazione Talea, che si occuperà della messa a dimora di specie arboree nelle aree pubbliche per assorbire le emissioni inquinanti e favorire la biodiversità."Vogliamo diffondere la cultura dell'ambiente per cercare di contrastare con azioni significative la crisi climatica e ambientale", ha dichiarato il presidente dell'Associazione Talea Giacomo Gregori. 

L'iniziativa è in linea con gli obiettivi del Piano di azione comunale finalizzato al contenimento delle emissioni di polveri sottili e nel solco degli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
"La proposta dell'associazione Talea ci è piaciuta subito molto e ci siamo attivati per favorirne la realizzazione nel più breve tempo possibile secondo le procedure pubbliche - afferma l'assessore all'ambiente di Lucca, Francesco Raspini - abbiamo censito le aree più adatte e abbiamo sostenuto l'idea nei confronti della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte nei prossimi tre anni tremila nuovi alberi accresceranno notevolmente il patrimonio arboreo cittadino contribuendo alla qualità generale del nostro ambiente".

Quella di Lucca è un'iniziativa ambientale importante per che arriva dopo l'annuncio nei giorni scorsi del bando da 5 milioni di euro della Regione Toscana dedicato proprio alla messa a dimora di un polmone verde fatto di alberi nelle città toscane. L'obiettivo è abbattere l'inquinamento atmosferico nelle aree urbane, che da sole producono il 7% dell'anidride carbonica che gli alberi possono assorbire.

01/08/2020