#MuseumWeek, Toscana da top ten I piccoli musei in cima alla classifica

di Simona Bellocci

Gli account di Massaciuccoli Romana e del Museo Minerario di Rio nell'Elba sono tra i più attivi e retwittati. Arte, storia e cultura spopolano in rete per la settimana che i social dedicano ai musei

I piccoli musei toscani spopolano in rete, in particolar modo su Twitter, in occasione della #MuseumWeek: 7 giorni in cui raccontare il prezioso patrimonio, artistico, culturale, tecnologico e del design mondiale. Hanno aderito all’iniziativa, lanciata da alcuni community manager francesi,anche molti musei toscani che stanno facendo sentire la loro voce tra le trame della rete, a colpi di immagini e tweet Su tutti c’è il Museo della Massaciuccoli Romana e la sua area archeologica che con il suo account Twitter sta portando online i preziosi resti della villa dei Venulei, costruita agli inizi del I secolo d.C, il complesso termale, l’edificio di età romana, i mosaici, la storia. Ad oggi, quarto giorno della campagna social, il piccolo museo toscano risulta il secondo al mondo più attivo, sia per numero di tweet, retweets e replies, secondo solo al British Museum. Il museo di Massaciuccoli è invece primo in Italia, sul podio della classifica che varia, ora dopo ora, della #MuseumWeek.

 

Proprio nella  top ten del Belpaese rientra anche un’altra realtà toscana, molto attiva sui social. Si tratta del Museo Archeologico del distretto minerario di Rio nell’Elba, quinto in Italia e decimo al mondo con 214 tweet dallo scorso lunedì, quasi duemila retweets e oltre trecento interazioni. Un altro pregiato pezzo di Toscana che conserva e regala agli occhi dei visitatori materiali antichi e moderni, dai corredi funerari eneolitici fino alla Collezione della Gente di Rio. Comunque, al di là delle classifiche, ciò che è interessante, è l’utilizzo della rete e delle nuove tecnologie per promuovere la cultura, i piccoli musei,  beni che conservano e tutelano e che da portano, con passione, anche sui social. Una foto, un tweet, un pensiero, una curiosità, l’antichità, la nostra storia, le usanze, il lavoro. Tutto confluisce in rete, culture che si fondono con le altre, spirito di comunità. E il risultato, che dire, è bellissimo. 

Potrebbero interessarti anche:

I musei toscani diventano campus per le vacanze pasquali

MuseumWeek in 140 caratteri, Toscana protagonista su Twitter

26/03/2015