Papa Francesco: realizzato dai detenuti l’altare per la messa allo stadio

Il cardinal Betori ha chiesto ai carcerati di Sollicciano e ai ragazzi di Villa Lorenzi di realizzare altare e ambone per la funzione che si terrà all’Artemio Franchi il 10 novembre

Sarà realizzato dai detenuti di Sollicciano l’altare su cui Papa Francesco celebrerà la messa il 10 novembre allo stadio Artemio Franchi. È stato il cardinal Betori a chiedere ai carcerati e ai ragazzi del centro di Villa Lorenzi di realizzare rispettivamente altare e ambone, che verranno impiegati in occasione del 5° Convegno Ecclesiale Nazionale, che si terrà a Firenze dal 9 al 13 novembre di quest’anno.

Mi sembrava molto importante – ha detto il cardinal Betori – che accanto al Papa ci fossero quelle situazioni di periferia umana che egli tanto spesso ci richiama. E allora ho pensato subito a due di queste periferie che ci stanno molto a cuore: quella dei carcerati e quella dei giovani che hanno avuto problemi di devianza e che vanno ripresi nel cammino della loro vita. Ho pensato che potevano essere loro i più vicini al Santo Padre nel momento in cui egli celebrava l’eucaristia. Li ho per questo invitati a collaborare e ho trovato la massima adesione alla proposta dalle responsabili del carcere e di Villa Lorenzi. Nelle due falegnamerie si inizierà già oggi a lavorare per realizzare l’altare e l’ambone”.

01/10/2015