Viaggi/

Ponte Sospeso di San Marcello Pistoiese: una “passerella” sopra il torrente Lima

Inaugurato nel 1923, il collegamento in acciaio serviva per unire Mammiano Basso e Popiglio nel comune di Piteglio

il ponte sospeso

A duecento metri di altezza, a collegare i paesi di Mammiano Basso – chiamato anche Le Ferriere perchè fino alla seconda Guerra Mondiale vi era attivo un centro di lavorazione del ferro – e Popiglio – nato su un insediamento romano del II secolo a.C. – si trova il Ponte Sospeso, diventato nel corso degli anni una sorta di simbolo dell’intera montagna pistoiese.

Il ponte è stato realizzato a partire del 1920 e viene inauguato solo 3 anni dopo. L’idea era quella di consentire un collegamento veloce e diretto per gli operai che da Popiglio dovevano andare a lavorare nelle fabbriche metallurgiche situate sul versante opposto.

L’opera in acciaio misura 227 metri di lunghezza, 36 metri di altezza massima sull’alveo del fiume e 1,3 metri di larghezza. Nel 1990 si è addirittura aggiudicato il Guinness dei primati che lo annoverava come “il più lungo ponte sospeso pedonale del mondo”. In seguito è stato “battuto” da un altro esemplare in Giappone; nonostante questo continua a destare stupore e meraviglia agli occhi dei visitatori.

Per questo motivo solo a chi non soffre di vertigini è consigliato salirci, mentre gli altri possono optare per una visita al paese di Mammiano Alto, piccolo borgo ancora oggi abitato.

I più popolari su intoscana