Saldi, 3 gennaio partenza ufficiale ma è già tempo di sconti

Timidi segnali di ripresa secondo Confesercenti. Nel corso delle feste natalizie bene i consumi di alimentari, biancheria intima, maglierie e accessori. Adesso, però, è caccia all'affare con la prossima apertura dei saldi

Dopo i regali per le feste natalizie ecco le tredicesime dei toscani, saranno impiegate anche per i saldi, alla ricerca dell'occasione a buon mercato. In realtà dovrebbero partire ufficialmente il 3 gennaio ma molti negozi già stanno effettuando sconti, soprattuto per la clientela più affezionata.

“Secondo i dati elaborati in un rapido sondaggio da Confesercenti – ha commentato Massimo Vivoli presidente regionale, - la crisi dei consumi che ormai va avanti dal 2008 con una flessione complessiva in sette anni del 23 % in queste festività natalizie ha registrato dati che gradualmente si stanno assestando". Insomma un andamento non omogeneo tra le varie aree della Toscana ma complessivamente con qualche segno di timida ripresa.

Nel corso delle festività, i generi più venduti sono stati quello alimentare, biancheria intima, maglierie, camiceria e accessori, in particolar modo scarpe e borse. Ora l’attesa si sposta sui saldi invernali. "Difficile fare ipotesi realistiche su quanto gli italiani spenderanno nel periodo dei saldi" - spiega Confesercenti in una nota. Recenti sondaggi parlano di una media di 150/ 200 euro. L’attesa degli operatori commerciali è grande poiché è proprio in queste occasioni che di norma si realizza il 20/25% di fatturato annuo. Che le danze dei saldi si aprano. 

Per i consumatori il consiglio è quello di ogni anno: comprare con attenzione, per non incorrere, nei "finti saldi".

29/12/2014