Made in Toscana/

Al via Pitti Immagine Uomo: bene l’export ma in calo il mercato russo

Dal 16 al 19 giugno Firenze diventa la capitale della moda uomo mondiale per un’88 esima edizione immersa nel colore

Pitti Immagine Uomo 2015

“Firenze e Pitti sono la stessa cosa” con queste parole il Sindaco di Firenze Dario Nardella alla presenza del Ministro per lo sviluppo economico Federica Guidi ha aperto l’88esima edizione di Pitti Immagine Uomo. “Vedo una città sempre più internazionale – ha proseguito- quest’anno abbiamo il record di espositori e uno su due viene da un altro paese, siamo ormai fuori dalla crisi del 2007-2013”. E le cifre gli danno ragione.

Raffaello Napoleone Amministratore Delegato di Pitti Immagine ha parlato infatti di 1178 espositori con un tasso di internazionalità vicino al 50% e il 30% in più di pre-registrazioni dei visitatori rispetto all’anno scorso. Una buona stagione che vede aumentare sia l’import che l’export, un saldo attivo per il settore dell’uomo, un momento economico che fa ben sperare.

Secondo Claudio Marenzi Presidente Sistema Moda Italia è l’export che tira di più con una crescita nel 2014 del 3,8, è la via obbligatoria per le grandi aziende come per le piccole. Gli Stati Uniti e il Giappone sono mercati in crescita, mentre qualche dubbio resta sul mercato russo.  

A conferma di questa problematica in atto è giunta anche l’analisi di Lia Ferrarini Vicepresidente di Confindustria con delega all’internazionalizzazione: “Gli effetti delle sanzioni alla Russia, col blocco dell’import verso determinati prodotti Usa e Ue, sono costati un -13,2% alle aziende italiane del sistema moda,  se proseguiamo così quest’anno noi perderemo dai 3 ai 4 miliardi di export. Chi va adesso su quel mercato ci sostituisce – ha aggiunto – dopo che noi abbiamo investito tanti denari per creare una clientela. La nostra preghiera alla politica è arrivare a una definizione urgente della questione”, ha concluso.

Il tema di quest’anno è “THAT’S PITTICOLOR!” ovvero il colore come espressione di energia creativa e chi meglio di Moschino Guest Designer per l’edizione 2015 poteva interpretare questo trend. La maison italiana realizzerà per la prima volta nella sua storia una collezione dedicata all’uomo firmata da Jeremy Scott. Al Museo Marino Marini inoltre fino al 3 luglio una mostra per celebrare lo stile di Nino Cerruti.


Vedi mappa
I più popolari su intoscana