Ambiente/

Blu Tube: da Lucca il gioco da tavolo per imparare a non sprecare l’acqua

Il progetto dedicato all’educazione ambientale delle nuove generazioni promosso dal Comune coinvolge 38 classi del territorio

Un gioco da tavolo per insegnare ai bambini a tutelare l’acqua. L’iniziativa fa parte di “Blu Tube – chi porta l’acqua a casa” il nuovo progetto dedicato all’educazione ambientale voluto dal Comune di Lucca e realizzato che coinvolge gli alunni di 38 classi delle scuole primarie del territorio in un percorso che si concluderà durante Lucca Comics & Games.

Il gioco da tavolo, ideato da Red Glove, prevede che i giocatori possano costruire una città il più possibile efficiente. Con 88 tessere a disposizione i bambini potranno edificare un acquedotto, migliorare gli edifici, riparare i guasti e dunque imparare divertendosi i comportamenti virtuosi nell’utilizzo nell’acqua.
Il percorso educativo si apre con “Per non affogare in un bicchier d’acqua”, la fase in cui gli educatori faranno visita a tutte le classi per spiegare i meccanismi del gioco e del concorso. Si continua poi con “Tira l’acqua al tuo mulino”: i bambini potranno accumulare punti giocando a scuola, con gli amici e a casa con i parenti, accumulando realizzando video con cui promuovere l’uso corretto dell’acqua e visitando un “luogo dell’acqua” tra i 26 censiti sul sito www.blutubegeal.it.

Le attività (partite e visite) dovranno essere fotografate e inviate al team che segue il progetto attraverso mail o whatsapp. Si arriva poi al momento dei Torneoni al Foro Boario intitolati “La classe non è acqua”: il 16, il 23 e il 28 maggio appuntamento con le grandi sfide dal vivo con le classi che saranno arrivate nei primi posti della classifica. Da questi appuntamenti emergeranno le classi che accederanno alla finalissima per decretare la classe “Campione Blu Tube 2018”.

Topics:

I più popolari su intoscana