Salute/

Disturbi dell’alimentazione: una casa per i pazienti in Versilia

A Lido di Camaiore la prima struttura in Toscana per la degenza di chi soffre di anoressia e bulimia

bilancia disturbi alimentari dieta

Sarà come una casa dove chi soffre di disturbi dell’alimentazione, soprattutto anoressia e bulimia gravi, potrà trascorrere dei periodi di riabilitazione in regime residenziale. Si tratta della prima struttura di questo genere in Toscana, che è stata inaugurata in questi giorni in Versilia, a Lido di Camaiore.

Il centro, che si chiama Villamare, potrà ospitare fino a dieci persone, che vivranno nella struttura per periodi variabili, dai 3 ai 12 mesi, seguite da un team di medici qualificati. La squadra che lavora nel centro è composta da due psicoterapeute, tre psichiatri (uno è il direttore sanitario), una nutrizionista, un’educatrice, un’infermiera, un fisioterapista e otto operatori socio sanitari. Saranno loro a seguire gli ospiti di Villamare, tutte persone con disturbi alimentari che attraverso quest’esperienza comunitaria potranno migliorare il loro percorso riabilitativo.

"Fino ad oggi i pazienti toscani dovevano andare nel centro di Todi per curarsi in regime residenziale – ha spiegato Mario di Fiorino, primario di psichiatria del Versilia – oggi c’è questa nuova risorsa, che abbiamo lungamente atteso e che finalmente è operativa". "Mi stava molto a cuore l’apertura di questo nuovo centro – ha spiegato Giancarlo Sassoli, direttore Asl 12 Versilia – e con l’allora assessore Rossi ci siamo impegnati per dare le gambe a questo importantissimo progetto".

I più popolari su intoscana