Cultura/

Divine Creature: a Pistoia in mostra i capolavori dell’arte reinventati

Da Caravaggio a Mantegna in mostra dieci lavori fotografici che vedono protagonisti i portatori di handicap

È stata inauguarata ieri a Pistoia la mostra “Divine Creature”, che dopo essere stata esposta al Museo dell’Opera di Firenze e ai Musei Vaticani arriva nelle Sale affrescate del Palazzo comunale, con dieci lavori fotografici che reinventano altrettanti capolavori di arte sacra, sostituendo ai personaggi ritratti dagli artisti, bambini, donne e uomini portatori di handicap. La mostra resterà visitabile fino al 20 gennaio.

Un progetto unico nel suo genere che ha coinvolto 45 persone, tra disabili e i loro familiari, che hanno aderito e partecipato con grande entusiasmo. Le opere rivisitate sono capolavori di Caravaggio, di Lodovico Cardi detto il Cigoli, del Mantegna, di Antonello da Messina, Giuseppe Montanari, Rosso Fiorentino e Tiziano, che rappresentano le tappe fondamentali della vita del Cristo, dall’Annunciazione fino alla Resurrezione.

“È con orgoglio che ospitiamo questa mostra nelle Sale affrescate del Comune di Pistoia – sottolinea il sindaco Alessandro Tomasi – perché offre un messaggio potente, profondo e di rara bellezza, che è veicolato dall’arte ed ha un alto valore sociale. Divine Creature è un’esposizione che arricchisce la nostra città nel periodo natalizio e che arricchirà, ne sono certo, ogni visitatore.”

I più popolari su intoscana