Enogastronomia/

Girogustando nel Chianti Uno spritz nel Celliere

Mercoledì 9, ‘prima’ di maggio per i menu ‘a quattro mani’: a Castagnoli arriva il “Cima”, in passerella prosecco e raffinati prodotti italiani

spritz

Sullo sfondo, le colline del Chianti, la storia, e le tracce di un rapporto idilliaco tra uomo e natura. Al centro: un ambiente suggestivo, e le motivazioni forti di due realtà dinamiche, attente all’evolversi dei modi di stare assieme e condividere sapori. E’ questa la trama che si profila per il primo evento di maggio di Girogustando 2012. Mercoledì 9 la serie di gemellaggi gastronomici ‘sale’ a Castagnoli, fin quasi a Gaiole in Chianti, per proporre due soggetti al loro debutto assoluto nella manifestazione: il Ristorante “Il Celliere” e il Ristorante & Spritz bar “Cima” di Conegliano Veneto. La prima è l’espressione della volontà di Max Adorno, imprenditore motivato ed emergente nel panorama senese dell’ospitalità, che da un anno ‘mescola’ nel Chianti il suo essere maitre e dottore in Legge, e le prime esperienze di settore a Montalcino. L’altra espressione è quella di un locale divenuto punto riferimento, a Conegliano, di quella straordinaria predisposizione all’incontro che si riassume nel concetto di Spritz.

Insieme, per il 9 maggio, preannunciano un evento intrigante, strizzando l’occhio alle suggestioni che la stagione sa proporre, dall’ora del tramonto in poi. Il pubblico di Girogustando sarà accolto con un aperitivo ‘spritz’ (naturalmente) ed antipasto in cortile, dove spiccheranno prosciutto di coniglio di filiera corta (arriverà da Volpago di Montello, marca trevigiana) ed una originale ‘overdose di latticini’, con la Forte&Forte di Siena che presenterà un tagliere di bufala (burrata, ricottine, mozzarella) in arrivo appositamente dal Caseificio Rivabianca di Paestum. A seguire, nei suggestivi interni del “Celliere”, spazio all’estro degli chef: il veneto Antonio della Pasqua proporrà “risotto alla sbirraglia di coniglio sfumato al prosecco”, Fata Semilanovic per Castagnoli risponderà tra l’altro con “Peposo stracotto in Chianti classico con faglioli zolfini”. Particolarmente curato ed armonico sarà l’’abbinamento dei vini, serviti dai Sommelier Ais: oltre al prosecco, Chianti classico (incluso Riserva) Rocca di Castagnoli. Le suggestioni della serata saranno rinforzate delle creazioni pittoriche di Maria Pace Latella, esposte in sala per l’occasione. E in serata, per il pubblico chiantigiano di Girogustando, anche i ‘Giroquiz”.

Topics:

I più popolari su intoscana