Enogastronomia/

Il vino è legge (di gusto e di mercato)

A Montespertoli, giovedì 28 gennaio, l’ultimo incontro di ‘Agricultura’ dedicato alla nuova normativa europea. Produttori toscani a confronto

Anche il vino ha le sue regole, eccome. Non solo quelle per farlo, ma anche per stare sul mercato. Se ne parlerà giovedì 28 gennaio al Museo della Vite e del Vino di Montespertoli, in via Lucardese 74, nell’ultimo confronto di ‘Agricultura’, ciclo di incontri promosso dalla Provincia di Firenze. Con l’entrata in vigore della nuova Organizzazione comune di Mercato del settore vitivinicolo (la cosiddetta ‘Ocm Vino’), l’Unione Europea ha inteso definire un quadro normativo unico, i cui effetti si stanno dispiegando progressivamente, con l’intento dichiarato di consentire a tutta la filiera produttiva di affrontare le nuove condizioni dei mercati. A pochi mesi dalla sua entrata in vigore, produttori, istituzioni e organismi associativi si confrontano grazie all’assessorato all’Agrcioltura della Provincia sulle prospettive e sulle criticità del nuovo assetto. Alle 9.30 l’apertura dei lavori, con gli interventi di Pietro Roselli (assessore all’Agricoltura della Provincia di Firenze); Maddalena Guidi (Settore Produzioni Agricole Vegetali della Regione Toscana); Giuseppe Liberatore (Consorzio Vino Chianti Classico); quindi, Luciano Boanini (Libero Professionista); Federico Castellucci (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino); Paolo Benvenuti (Associazione Nazionale Città del Vino); Armando Maria Corsi (Università degli Studi di Firenze). Dalle 12.30 alle 13 il dibattito e le conclusioni.

Topics:

I più popolari su intoscana