La genetica svela il mistero etrusco

Un seminario a Siena sull'origine del popolo

L'origine del popolo etrusco resta tutt'oggi un mistero non chiarito dagli storici: sulla provenienza dell'antica civiltà sono fiorite numerose ipotesi. Per aiutare gli studiosi in questa ricerca arriva adesso l'aiuto delle nuove tecnologie e delle scoperte scientifiche più recenti, tra cui anche le ricerche genetiche.

Gli ultimi studi in questo campo, condotti negli ultimi anni sulla popolazione di alcune aree della Toscana e sulle specie domestiche di bovini, hanno individuato una probabile origine anatolica degli etruschi, o almeno di una sua componente. Fatto che va contro l'ipotesi di un'origine autoctona dell'antico popolo, portata avanti da alcuni esperti.

Di questo e delle nuove ricerche nate da un approccio multidisciplinare alla questione si parlerà oggi pomeriggio all'Università di Siena. Il dipartimento di Studi classici ha infatti organizzato dalle 15 alle 19, in via del Refugio 4, un seminario nell’ambito del dottorato “Logos e Rappresentazione” e degli studi interdisciplinari di letteratura, arti e spettacolo. Tra i partecipanti, i genetisti Alessandro Achilli e Marco Pellecchia, l’antropologo Paolo Galloni, il linguista Francesco Aspesi, l’antichista Leonardo Magini e il glottologo Mario Negri.

25/05/2011