Attualità/

La lista nera dei 100 treni pendolari Su OpenToscana.it i più affollati

Fino al 17 maggio sarà possibile partecipare al sondaggio online realizzato dalla Regione Toscana sulla piattaforma di partecipazione

Una lista a disposizione dei pendolari della Toscana per individuare le tratte e gli orari più critici del traffico ferroviario regionale. Su OpenToscana è disponibile fino al 17 maggio la bozza provvisoria “black list” che andrà ad integrarsi con le segnalazioni dei pendolari che faranno accesso al sito www.opentoscana.it nella sezione “Muoversi in Toscana”.

L’opportunità per i pendolari arriva a breve distanza dal rinnovo del contratto di servizio tra la Regione Toscana e Trenitalia. Nel prossimo contratto di servizio, così come in quelli precedenti, che la Regione a breve andrà a stipulare con Trenitalia, uno dei parametri che il gestore sarà chiamato a rispettare sarà quello del numero di posti a disposizione dei passeggeri per evitare che ci sia sovraffollamento; la differenza è che, rispetto ai 20 previsti in precedenza, nel nuovo accordo salgono a 100 i treni monitorati quotidianamente.

Un aumento che comporta anche un’altra novità, che è quella rappresentata proprio dalla possibilità che viene data ai pendolari toscani con le loro osservazioni o contributi su quali treni debbano essere inseriti nella “black list” dei 100 treni più sovraffollati. Una volta concluso il censimento, la Regione Toscana provvederà ad inoltrare a Trenitalia la richiesta di aggiunta di carrozze o la sostituzione con mezzi più capienti.

Quella della partecipazione, per i pendolari toscani, è un percorso che ha visto un progressivo aumento di servizi a partire dal giugno 2014, con il rinnovamento del portale “Muoversi in Toscana”, che ha portato all’avvio del notiziario dedicato (che oltre al traffico ferroviario copre anche gli aggiornamenti su strade, aerei e trasporto marittimo) e dell’omonima app , incentrata proprio sulle news ed il calcolo dei percorsi per i pendolari. Un’offerta che ha visto il suo ulteriore upgrade proprio con la nascita della piattaforma OpenToscana nel settembre 2014, come spazio a disposizione di amministrazione e cittadini per interagire con suggerimenti e segnalazioni.

Ti potrebbero anche interessare :

Open Toscana, lo sviluppo tramite la condivisione dei dati

Treni, #Ceccarellirisponde online Tra Twitter e diretta streaming

Giornata delle Ferrovie dimenticate: sulle strade perdute della Toscana

I più popolari su intoscana