Salute/

Montemurlo: un’ambulanza ‘scuola’ per formare i volontari

L’iniziativa è della Misericordia, in occasione dei 91 anni della fondazione della Confraternita locale. Si tratta di un centro mobile di simulaione dotato di attrezzatura elettronica ed informatica

Formare i volontari direttamente su un’ambulanza trasformata permanentemente in scuola. L’iniziativa è della Misericordia di Montemurlo che ha presentato il progetto nell’ambito dei festeggiamenti per i 91 anni dalla fondazione della Confraternita.

Si tratta del primo mezzo del genere in Toscana: un vero e proprio centro mobile di simulazione dotato di attrezzatura elettronica-informatica – grazie al contributo e alla collaborazione della Federazione regionale delle Misericordie – capace di simulare “al massimo grado di fedeltà” una situazione di emergenza, per consentire ai volontari che operano nell’emergenza sanitaria di esercitarsi in uno scenario virtuale ma identico alla realtà.

La nuova ambulanza si inserisce nel progetto della Federazione regionale delle Misericordie dedicato alla formazione permanente dei volontari impegnati nell’emergenza-urgenza per conto del 118 e che ha già portato alla realizzazione di due ‘simulation room’, presso la Misericordia di Sesto Fiorentino e quella di Viareggio, inaugurata sabato. Il nuovo mezzo sarà anche presente dal 5 al 7 Ottobre al Reas 2018, il salone internazionale dell’emergenza in programma a Montichiari.

I più popolari su intoscana