Musica/

Nuova stagione dell’Orchestra della Toscana: 80 concerti in 20 città

Da ottobre 2016 a maggio 2017 un viaggio nella musica lungo 300 anni

Orchestra della Toscana

Un viaggio con destinazione la musica, è il concetto simboleggiato dal poster che ritrae il cartellone della nuova stagione dell’Orchestra della Toscana come una mappa della metropolitana con tante linee che si intersecano e si incontrano per unire idealmente pubblici, autori, musicisti, strumenti, compositori, luoghi, direttori e generi diversi dal barocco all’opera fino alla musica contemporanea.

22 produzioni, 80 concerti in 20 città, 14 direttori, 15 solisti questi i numeri per una stagione che punta a valorizzare le eccellenze interne all’Orchestra mettendo in campo anche programmi educativi per studenti di tutte le età rinnovando anche quest’anno la partnership con il Conservatorio Cherubini di Firenze e l’Istituto Superiore Franci di Siena.

Da ottobre a maggio ci sarà solo l’imbarazzo della scelta in un programma che unirà passato e presente con i capisaldi del repertorio sinfonico sette-ottocentesco Dritto al cuore dell’Europa: Vienna e la Germania con le composizioni che hanno contribuito a costruire la nostra identità di ascoltatori. È un programma che parla a tutti con i grandi classici di Bach, Haydin, Mozart, Beethoven, Schubert, Mandelssohn, Schuman, Brahms, Bruckner, Čajkovský

Non potrà mancare anche quest’anno la direzione di Daniele Rustioni, con alcuni ospiti d’eccezione come il pianista Benedetto Lupo, il flautista Fabio Fabbrizzi, il pianista pisano Maurizio Baglini, il primo violino Daniele Giorgi, la violinista britannica Chloe Hanslip, l’altro storico primo violino Andrea Tacchi, il violoncello Augusto Gasbarri, l’oboe Alessio Galiazzo e il fagotto Umberto Codecà. Sul palco dell’ORT saliranno: lo scozzese Garry Walker, l’australiano Daniel Smith, la violinista Anna Tifu, il danese Thomas Dausgaard, il pianista-direttore Alexander Lonquich, il violoncellista ventottenne Narek Hakhnazaryan, il franco-canadese Yves Abel, il pianista bresciano Federico Colli, il direttore venezuolano Dietrich Paredes, il pianista israelo-palestinese Saleem Askhar, la violinista Veronika Eberle, il direttore tedesco Roland Boer e Francesco Lanzillotta che dirigerà la Filarmonica Arturo Toscanini.

I prezzi sono gli stessi di sei anni fa: biglietti da 11 euro e abbonamenti da 65 euro. Si comincia il 21 ottobre con il tradizionale concerto di inaugurazione diretto dal maestro Daniele Rustioni.

Tutte le informazioni su: http://www.orchestradellatoscana.it/


I più popolari su intoscana