Attualità/

ODG Toscana: Carlo Bartoli confermato presidente

Michele Taddei Vice Presidente, Paolo Mori Segretario e Alfredo Scanzani Tesoriere

giornalismo digitale online pc

Il consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana, composto da Carlo Bartoli, Luigi Caroppo, Domenico Guarino, Paolo Mori, Silvia Motroni, Nicola Novelli, Alfredo Scanzani, Franca Selvatici e Michele Taddei si è insediato oggi 3 giugno 2013 ed ha proceduto alla attribuzione delle cariche.

Confermato all’unanimità Carlo Bartoli Presidente, Michele Taddei Vice Presidente, Paolo Mori Segretario e Alfredo Scanzani Tesoriere. Sempre all’unanimità ha approvato il seguente documento:

“Difesa del pluralismo dell’informazione, sostegno, a fianco dell’Associazione stampa toscana, alle iniziative a tutela delle condizioni retributive e di lavoro nelle testate toscane, impegno a promuovere e sostenere qualsiasi iniziativa tendente a migliorare la drammatica situazione in cui versano migliaia dei colleghi precari toscani. Saranno queste le priorità del consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana assieme all’impegno per giungere alla riforma dell’ordinamento della professione e per promuovere una corretta azione di formazione professionale che permetta ai colleghi di affrontare in modo consapevole e preparato il futuro di un lavoro in rapidissimo cambiamento; un cambiamento che rischia, se non saranno messe in campo adeguate iniziative formative, di impedire la ricollocazione nel mercato del lavoro dei colleghi che ne vengono espulsi e che può, se non adeguatamente governato, determinare un im poverimento o addirittura una cancellazione di qualsiasi garanzia. Il consiglio toscano rinnova inoltre il proprio impegno nella vigilanza e nel campo della deontologia e lavorerà per indicare, in sintonia con gli organismi rappresentativi della categoria e con i colleghi, delle linee guida per la trattazione di fatti di cronaca particolarmente delicati, a garanzia della libertà d’informazione, ma anche nel rispetto della dignità dei soggetti coinvolti.

Altrettanta attenzione continuerà ad essere rivolta affinché venga assicurata la più netta distinzione fra informazione e comunicazione pubblicitaria. Particolare cura sarà rivolta alla tutela della professionalità giornalistica nella sfera dei nuovi media e dei social network. Il consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana conferma la propria determinazione ad essere parte attiva, sia attraverso la presentazione di proposte che esercitando le proprie prerogative, nel processo di rinnovamento delle norme che regolano la professione.”

I più popolari su intoscana