Viaggi/

Severgnini polemico con le Regioni Il turismo? Occasione per gite

Il giornalista è intervenuto alla giornata inaugurale di BTO, la Borsa del Turismo online di Firenze: “Manca un ministro del turismo”

Polemico e pungente Beppe Servegnini è andato dritto all’obiettivo a BTO Firenze, nel corso della giornata inaugurale della manifestazione dedicata al turismo 2.0. Non ha giocato con le parole, non ha girato intorno al discorso. Piuttosto – da giornalista navigato qual è – ha tirato la sciabolata che tutti si aspettavano parlando di travel. “ Non abbiamo un ministero del turismo – ha sentenziato – il turismo è solo una delle deleghe del ministro della cultura. Il ministro del turismo in Italia ha a che fare con duemila problemi, la sovrintendenze, il territorio, i beni culturali, i musei, Pompei, come fa ad occuparsi di un’industria gigantesca come il turismo? Non si sa.

Il giornalista non ha salvato neppure il lavoro delle Regioni, slegato da strategie comuni di promozione. “Ognuna ha fatto per sé, qualcuna ha fatto bene, qualcun altra meno – ha spiegato Severgnini – Spesso e volentieri il turismo è stato un’occasione per le Regioni per farsi un sacco di belle gite in compagnia”.

Insomma l’Italia non è brava a fare rete, a elaborare strategie comuni di promozione. Non a caso lo Stivale è scivolato al 18 esimo posto della classifica del Country Brand Index elaborata da Future Brand, sulla percezione dei marchi-paese.

“L’Italia ha il profumo di possibilità che però non resiste per sempre – ha chiosato Severgnini – Sta già calando di intensità e questo mi dispiace”.

I più popolari su intoscana