Attualità/

SportHabile: oltre 60 centri in Toscana per lo sport paralimpico

Si arricchisce sempre di più la rete dove persone con disabilità possono praticare sport: 17 i nuovi centri certificati

Si allarga la rete di SportHabile in Toscana: sono 17 i nuovi centri dove persone con disabilità possono praticare sport, arrivando così a oltre 60 realtà in tutto il territorio.
Nella sede della Regione Toscana a Firenze si è svolta ieri la cerimonia di consegna delle targhe ai 17 nuovi centri di promozione dello sport paralimpico che sono entrati a far parte del progetto, nato nel 2010.
Testimonial della cerimonia, spiega una nota, Jacopo Luchini, campione di parasnowboard e unico atleta toscano a partecipare alle recenti Paralimpiadi in Corea del Sud dove ha raccolto due quarti posti.

“Questo è un risultato importantissimo – ha sottolinato l’assessore allo sport della Toscana, Stefania Saccardi – in gran parte merito del Cip e del progetto ‘Un battito d’ali per lo sport’. Lo sport è un pezzo importante della terapia e del sostegno alle persone con disabilità. E la Toscana è una terra dove c’è grande attenzione a tutto questo. Il connubio tra sport e disabilità è un segno di grande civiltà”.

“Questo è un progetto che parte nel 2010 – ha ricordato il presidente del Comitato italiano paralimpico Toscana, Massimo Porciani – una rete che col tempo è cresciuta, fino ad arrivare ai 61 centri attuali. Inoltre abbiamo 18 sportelli informativi sulle possibilità offerte dal movimento paralimpico in Toscana”.

I più popolari su intoscana