Attualità/

“Terra Futura” 2010: green e turismo slow

Dirette on line, news e focus su intoscana.it

Terra Futura

La Regione Toscana sarà presente con un ampio stand alla settima edizione di “Terra Futura”, la mostra-convegno internazionale dedicata alle buone pratiche in campo economico, sociale e ambientale, in programma alla Fortezza da Basso di Firenze da venerdì 28 a domenica 30 maggio.

VAI ALLO SPECIALE SU INTOSCANA.IT!


Ad alcuni dei numerosi convegni e dibattiti parteciparanno il presidente
Enrico Rossi e gli assessori Salvatore Allocca, Anna Rita Bramerini, Luca Ceccobao, Anna Marson, Gianni Salvadori, Cristina Scaletti e Daniela Scaramuccia.
«Quest’anno abbiamo deciso – ha spiegato il presidente della Toscana, Enrico Rossi alla conferenza stampa di presentazione – di caratterizzare la presenza della Regione con il tema delle Comunità sostenibili e responsabili, perchè intendiamo la Toscana come una comunità responsabile che progetta il proprio sviluppo ponendo grande attenzione alla sostenibilità, che consideriamo un valore ispiratore e trasversale ai vari settori. Premieremo quindi le imprese toscane ecoefficienti, presenteremo le nostre offerte della Toscana turismo slow, che è l’esatto contrario del mordi e fuggi, ma anche l’approccio naturale alla salute, visto che sulle cure con le medicine complementari siamo impegnati da anni con ottimi risultati».
E tra gli appuntamenti in tema di sanità, da segnalare il convegno che si tiene sabato 29 sull’approccio naturale alla salute del bambino, con sessioni dedicate alle medicine complementari e alla medicina tradizionale cinese in pediatria, oltre che all’ospedale amico del bambino.
A Terra Futura verrà lanciata la campagna della Regione "Pranzo sano fuori casa": gli esercizi aderenti si impegnano ad offrire, oltre ai piatti consueti, anche un pasto "salutistico", se condo linee guida condivise. La Regione oltre ad imprese e ad enti pubblici, premierà anche la famiglia toscana più ecosostenibile, considerata un modello da imitare quanto a riduzione dei consumi.
Nell’ambito di Toscana turistica sostenibile e competitiva, l’offerta promossa dalla Regione riguarda i mezzi di locomozione alternativi, dalla bicicletta con cui fare un tour dei parchi fiorentini, alla canoa per un itinerario sull’Arno, dai piedi per percorrere l’anello rinascimentale, alla Vespa che i turisti potranno noleggiare per un percorso alla scoperta delle colline del Chianti con gli assaggi di prodotti tipici locali come premio finale.
Tra le proposte della Regione figurano anche il laboratorio delle buone pratiche per una Pubblica amministrazione più ecoefficiente, quello sulla mobilità sostenibile, la presentazione del manifesto sul futuro dei sistemi di conoscenza, le radici dell’agricoltura sostenibile, la ricerca pubblica e gli org anismi geneticamente modificati e i workshop sullo stato di salute dell’aria e dei corsi d’acqua. Non mancheranno le iniziative per i bambini: impareranno a costruire uno spaventapasseri e a realizzare giocattoli artigianali, ma potranno anche arrampicarsi in sicurezza sulla parete attrezzata allestita all’aperto per promuovere il progetto regionale “montagna sicura”.

I più popolari su intoscana