Enogastronomia/

“Terranostra day”: 5 itinerari nel senese

Un’iniziativa di Coldiretti. Appuntamento il 27 marzo alla scoperta di sapori, natura e paesaggi delle aziende agrituristiche locali

Valdorcia

Domenica 27 marzo si terrà la seconda edizione di "Terranostra Day", una giornata organizzata da Coldiretti Siena alla scoperta di sapori, natura e paesaggi delle aziende agrituristiche locali. Cinque gli itinerari proposti che vanno dalla Val d’Orcia alle colline di Montalcino fino alle Crete Senesi.

Ogni percorso prevede corsi di cucina, degustazione di prodotti locali, visite guidate di caseifici, frantoi, cantine e stalle. Tutto per apprezzare vino, pecorino, miele, tartufi e tutte le altre eccellenze gastronomiche del territorio accompagnati da agricoltori e allevatori.

Non mancheranno le attrattive culturali: passeggiate nelle “cittadine gioiello” come San Gimignano, Monteriggioni, Montepulciano e Pienza.  I percorsi che toccheranno i territori di origine delle cinque denominazioni di vini presenti nella Provincia di Siena, nello specifico: la bassa Val d’Orcia e l’Amiata (terre del Vino Doc Orcia, dell’Olio Extra vergine d’Oliva DOP e della Castagna DOP); le colline di Montalcino e la Val D’Arbia (area del Brunello di Montalcino DOCG); la Val d’Elsa e la Val di Chiana (luoghi in cui si alleva la Cinta Senese e si produce ottimo Miele e Confetture DOP); le Crete Senesi (famose per la bontà del pecorino DOP di Pienza e del tartufo bianco DOP di S.Giovanni d’Asso).

Ogni itinerario prevede
: laboratori del gusto, corsi di cucina e di degustazione dei prodotti aziendali, visite guidate di caseifici, frantoi, cantine, stalle, orti e prodotti a chilometro zero. Non mancheranno però le attrattive culturali: percorrendo le piazze delle “cittadine gioiello” come San Gimignano, Monteriggioni, Montalcino, Montepulciano e Pienza, in cui si potrà rivivere la storia Medioevale Senese, così ricca di tradizioni agricole ancora presenti nella società contemporanea.

Tanti i luoghi da vivere in compagnia: dalla sala per l’accoglienza, ai locali dedicati alla vendita e alla degustazione dei prodotti, fino all’Agriristoro” , il “ristorante di casa” in cui si possono gustare le ricette e i piatti tipici preparati esclusivamente con materie prime locali. Più che in ogni altra occasione, con TERRANOSTRA day, sarà possibile toccare con mano l’impegno e l’amore che gli agricoltori Coldiretti dedicano al loro lavoro e la passione con cui si impegnano a promuovere la Filiera Corta negli usi quotidiani della gente.

Un processo, quello della filiera corta, secondo cui ogni prodotto realizzato in azienda viene venduto al consumatore finale direttamente “in loco”, eliminando l’intermediazione di rivenditori e grossisti. Un concetto, questo, che oltre a garantire la qualità dei prodotti, incentiva gli amanti del mangiare bene a visitare più spesso l’agriturismo e a favorire perciò un flusso turistico di qualità.

Infatti, l’ultima Legge regionale sull’agriturismo, n. 80 del 2009, nelle aziende agricole Toscane vi è anche la possibilità di poter consumare pasti, non solo a chi pernotta nella struttura ma anche a chi è anche semplicemente “di passaggio”. In più, per promuovere al meglio l’agricoltura regionale, la legge impone a tutti gli “agriristori”, di utilizzare solo prodotti certificati come di provenienza al 100% toscana.

Per informazioni e prenotazioni www.siena.coldiretti.it.

Topics:

I più popolari su intoscana