Attualità/

Toscani nel mondo di nuovo a casa In 38 dal Brasile all’Australia

I toscani di terza o quarta generazione da maggio ad agosto tra studio della lingua e stage, tra cibo, storia ed opportunità di lavoro

Toscani nel Mondo

Sono pronipoti e bisnipoti di quei toscani che oltre cento anni fa si allontanarono in cerca di un lavoro e di una vita da cominciare in territori sconosciuti. Sono cresciuti a Buenos Aires, Rio de Janeiro, Melbourne, Johannesburg o Chicago, sono partiti da Venezuela, Brasile, Argentina e Canada per scoprire e, chissà investire su quella terra che i loro bisnonni salutarono con un po’ di malinconia ma con la speranza una nuova vita.

Trentotto discendenti di quei migranti si sono ritrovati in Toscana per un periodo di tre mesi per conoscere le bellezze, i gusti ma anche le possibilità di formazione ed inserimento lavorativo della regione. Nell’incontro organizzato a Villa Fabbricotti, sede di Toscana Promozione, si sono incontrati i 25 giovani partecipanti del corso di lingua e cultura italiana all’Università per Stranieri di Siena ed un altro gruppo di 13 ragazzi e ragazze che invece stanno terminando un percorso di riqualificazione professionale con stage in aziende toscane grazie al profetto “Be Tuscan”.

Le storie parlano di ventenni e trentenni – che sono ‘distanti’ dalla terra d’origine da tre o, in alcuni casi, quattro generazioni – provenienti da ogni angolo del mondo, che della Toscana ne hanno approfondito i gusti – dal lardo di Colonnata al vino di Montepulciano – ma che hanno analizzato anche gli aspetti ‘caratteriali’ della regione; tra i partecipanti non pochi hanno infatti definito i fiorentini fin troppo ‘orgogliosi’ e non molto aperti con chi visita il territorio. Apprezzamenti e critiche

Un’esperienza di studio che, per un terzo dei trentotto partecipanti, è stata anche di lavoro, grazie ad un corso organizzato dalla COSEFI (l’agenzia formativa di Confindustria Firenze) che ha permesso il rapido inserimento in aziende del territorio, spaziando dall’informatica alla pelletteria, fino all’ingegneria meccanica.

I più popolari su intoscana