Salute/

Un nuovo Cup in Toscana: esami più rapidi e meno liste d’attese

Entro la fine dell’anno la nuova organizzazione per prenotare le visite mediche con un’unica piattaforma e percorsi specifici per le malattie croniche e i pazienti oncologici

Ridurre fino al 30 e 40% le liste di attesa in Toscana. E’ questo l’obiettivo delle nuove soluzioni per le prenotazioni delle visite mediche ideate dalla Regione che entreranno in vigore entro la fine del 2016. Il nuovo sistema organizzato prevede di omogeneizzare le procedure, separare i percorsi di prenotazione delle visite tra ‘primi contatti’, che hanno carattere di maggiore urgenza e continueranno a passare dal Cup, e ‘follow up’ che saranno sotto la responsabilità diretta di chi eroga le prestazioni e cadenzate in base all’esigenza del paziente, insieme a un migliore uso di macchinari e personale.

Tra le misure previste anche quella di utilizzare un’unica piattaforma Cup in tutta la regione, in modo da far seguire il cittadino da un unico specialista che sia sempre lo stesso per tutto il percorso. E’ poi previsto di coinvolgere e responsabilizzare i cittadini sul tema dell’appropriatezza, attraverso specifiche campagne di informazione, perché vengano fatti solo gli esami necessari, e non quelli superflui. Uno dei passaggi principali sarà comunque quello di escludere dal percorso ordinario di prenotazione delle visite attraverso Cup chi, per determinate patologie come quelle oncologiche o croniche, è già seguito dal sistema sanitario ed ha bisogno di specifici esami.

Il sistema ordinario sarò così ‘alleggerito’ di circa 330mila persone. I malati oncologici, che sono circa 100mila in Toscana, avranno a disposizione un Punto servizi dedicato, che si occuperà di prenotare direttamente gli accertamenti necessari senza che sia il cittadino a farlo. Per le malattie croniche, che interessano circa 200mila toscani, come diabete, malattie cardio-vascolari, o le patologie polmonari, è previsto un apposito percorso delle visite, che sarà orientato e gestito all’interno della medicina generale. Altro percorso sarà quello per le donne in stato interessante le quali, non appena riceveranno il libretto di gravidanza, avranno già stabiliti e prefissati fin dall’inizio gli esami ordinari da seguire fino al momento della nascita.

I più popolari su intoscana