Unifi, seminario di "immigrazione sostenibile"

Un seminario per tentare rispondere alla necessità di un modello di integrazione per il nostro paese. Questo l'appuntamento in programma mercoledì 17 marzo al centro didattico di Morgagni

Qual è il modello di integrazione più adatto al nostro paese? È possibile crearne uno in grado di far fronte alle problematiche connesse all'immigrazione in campo sanitario, alimentare, della sicurezza negli ambienti di lavoro e perfino climatico? A questi interrogativi proverà a rispondere il Cespro (Centro di ateneo per la ricerca, trasferimento ed alta formazione nell'ambito dello studio delle condizioni di rischio e di sicurezza e lo sviluppo di attività di protezione civile ed ambientale) con il seminario "Migranti: gli aspetti tecnici di una integrazione sostenibile", in programma mercoledì 17 marzo al centro didattico Morgagni di Firenze.

Obiettivo del seminario è quello di elaborare un modello di integrazione che possa servire da supporto tecnico a soggetti, enti e aziende coinvolti nella gestione del fenomeno. Il primo intervento in programma è quello di Pietro Amedeo Modesti, professore associato di Medicina interna, che presenterà i dati europei sui nuovi scenari sanitari, ponendo particolare attenzione al problema delle malattie cardiovascolari, in aumento nelle popolazioni migranti.

Guglielmo Bonaccorsi, professore di Igiene generale e applicata, si occuperà poi dei rischi per la salute legati a un cattivo stile alimentare, mentre Enrico Cini e Bruno Zanoni, docenti della facoltà di Agraria, illustreranno le tecniche per migliorare il valore nutrizionale degli alimenti.

Paolo Citti e Massimo Delogu, della facoltà di Ingegneria, dedicheranno l'intervento alla sicurezza sui luoghi di lavoro e Simone Orlandini, docente di Agronomia e coltivazioni erbacee, ai problemi di salute che possono insorgere nei soggetti migranti quando vengono a contatto con ambienti differenti da quelli delle loro origini.

Saranno il preside della facoltà di Medicina e Chirurgia Gian Franco Gensini, il responsabile alla ricerca, lo sviluppo e la tutela del lavoro della Regione Toscana Marco Masi e il direttore regionale Inail per la Toscana Aniello Spina a coordinare l'incontro. L'appuntamento è dalle 15 alle 17.30 nell'aula 303 del plesso di Morgagni.

12/03/2010