Ambiente/

Università di Firenze: attivato master in fonti rinnovabili

Al via da gennaio nel capoluogo toscano. Un anno per formare una nuova figura professionale

energierinnovabili

Un nuovo percorso di studi dedicato all’utilizzo delle fonti rinnovabili, della bioarchitettura, bioedilizia e delle tecnologie a basso consumo: é il master di primo livello ‘ambiente ed energia, rischi ed opportunita”, attivato dall’ateneo fiorentino ed al via a partire dal prossimo anno accademico.

Obiettivo del corso, che varrà 60 crediti formativi, sarà quello di formare una figura interdisciplinare capace di lavorare sia nel settore privato che nel pubblico, competente nell’ambito della gestione dei rischi ambientali ed energetici con strumenti finanziari ed assicurativi ed in grado di elaborare progetti ispirati a principi di sostenibilità nei campi del ciclo dei rifiuti, della mobilità urbana, dello sfruttamento delle fonti rinnovabili, della bioedilizia e bioarchitettura.

Direttore del master sarà il professor Augusto Bellieri dei Belliera, direttore del Centro Interuniversitario per le Scienze Attuariali e la Gestione dei Rischi (CISA). A sostenere le attività del nuovo percorso ci sono la Regione, la Provincia di Firenze, Confindustria e Consorzio Wylford.

Le iscrizioni scadranno il 5 gennaio 2012: il corso, a numero chiuso (i partecipanti potranno essere al massimo 35), durerà un anno ed inizierà il 23 gennaio. La quota di iscrizione sarà di 3500 euro.

A presentare i contenuti del master, stamani in Palazzo Vecchio, c’erano, oltre a Bellieri dei Belliera, anche il rettore dell’Università di Firenze Alberto Tesi, il presidente della commissione affari istituzionali del Comune Valdo Spini, l’assessore regionale all’ambiente Annarita Bramerini.

I più popolari su intoscana