Ambiente/

Zoes si rinnova, nasce Zoes 2.0

Tante le novità della nuova versione del primo social network solidale made in Italy

Sabato 01 ottobre nell’Aia Santa di Vicchio del Mugello (FI), è stata presentata la nuova versione di Zoes – Zona Equosostenibile, iI primo social network solidale made in Italy, nato nel 2008 grazie alla collaborazione tra Fondazione Culturale Responsabilità Etica e Fondazione Sistema Toscana. L’evento è stato trasmesso in diretta video streaming da www.intoscana.it, il Portale ufficiale della Toscana.
Presso l’ Aia Santa di Vicchio del Mugello, sede, dal 30 settembre al 2 ottobre, del corso di formazione “il web 2.0 per la sostenibilità, si è riunito il team di Zoes e numerosi ospiti. Oltre agli sviluppatori, al web designer, ad esperti di web sociale, sono intervenuti, infatti, i due ‘fondatori’ di Zoes: Ugo Biggeri, presidente di Banca Etica e Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana.

Ma vediamo quali sono le principali novità di Zoes 2.0: l’interfaccia grafica rivoluzionata, percorsi di profilazione più immediati, un nuovo sistema di mappe chiamato GeoZoes, gruppi aperti e moderati con funzionalità wiki per la realizzazione di documenti partecipati. Con la funzione Myzoes, inoltre, gli utenti hanno la possibilità di costruirsi la propria informazione equo sostenibile, selezionando i contenuti che riterranno più interessanti sulla base degli utenti che li producono, dei temi, della tipologia, oppure importandoli dall’esterno di Zoes. Gli ‘abitanti’ della zona equo sostenibile, hanno ora a disposizione nuovi e più performanti strumenti di interazione  insieme a un nuovo sistema di notifiche personalizzabile. Possono così ricevere automaticamente gli aggiornamenti richiesti nella loro casella di posta elettronica.

Il progetto di Zoes 2.0 nasce dall’esperienza positiva di Terra Futura e di altri eventi che fanno rete e mostrano le buone pratiche di sostenibilità ambientale e sociale. Nasce dalle idee della finanza etica e dell’uso responsabile del denaro. L’obiettivo del team di Zoes era quello di dare vita ad uno strumento il più possibile aperto al contributo di tutti. Per questo in Zoes 2.0 saranno gli utenti a generare ed animare la comunità virtuale e la maggior parte dei contenuti informativi. Sarà tanto più interessante quanto più vi sarà partecipazione, sarà sempre più performante via via che aumenteranno i suoi abitanti.

Entra nella Zona Equosostenibile: www.zoes.it. Per informazioni: partecipa@zoes.it 

I più popolari su intoscana