La Scuola di Cinema Anna Magnani torna con tanti corsi e novità

A Prato tanti progetti 'bollono in pentola' da corsi di cinema per bambini a nuove produzioni cinematografiche

La Scuola di Cinema "Anna Magnani" è nata nella primavera del 2000, grazie all'impegno della Associazione Culturale Scuola di Cinema Anna Magnani, della Provincia e del Comune di Prato, come il "naturale" sviluppo di una attività di promozione e diffusione della cultura cinematografica che il Cinema Terminale, sala d'essai in esercizio da oltre quindici anni, ha garantito senza soluzione di continuità. Fin dall'inizio la scuola ha assunto un ruolo di spessore nel panorama dell’offerta culturale pratese e toscano, diventando un centro di formazione in grado di offrire ai propri allievi sia un importate bagaglio di competenze professionali che la possibilità di metterle in atto attraverso l’esperienza diretta. All’attività didattica, la scuola ha affiancato negli anni anche un’importante attività produttiva, realizzando spot, documentari, cortometraggi e lungometraggi, sempre caratterizzati da un’attenta riflessione ai temi della memoria storica, dell’ambiente, dell’infanzia e della condizione femminile.

Per la nuova stagione la Scuola di Cinema Anna Magnani torna con numerose novità a partire dalla nuova direttrice Ilaria Mavilla che subentra a Massimo Smuraglia. Ilaria ex allieva della Scuola di Cinema Anna Magnani, conduce dal 2007 laboratori di sceneggiatura. Ha vinto numerosi premi drammaturgici tra cui il Premio Flaiano come miglior autrice under 30 e il premio internazionale "Un mare di parole". Nel 2009 è stata selezionata dalla RAI per la frequenza del corso di perfezionamento in sceneggiatura RAI-SCRIPT. Ha lavorato come sceneggiatrice per il progetto didattico “100 itinerari +1” e come biografa e narratrice per il progetto “Accenti. Autonomi racconti di Giovanisì” della Regione Toscana. Nel 2017 ha inoltre conseguito il titolo di Consulente in metodologie autobiografiche presso la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.

La Scuola di Cinema intende quest’anno rafforzare il proprio ruolo come centro di formazione e di progettazione culturale con azioni mirate e diversificate. I suoi principali obiettivi sono continuare a dialogare con le Istituzioni in un confronto fecondo di idee condivise e azioni concrete, intessere rapporti di collaborazione con altre realtà associative sul territorio come la collaborazione con l’associazione La Brigata Ballerini e con le attività del Quilombo, recentemente trasferitosi in località Le Palace, in via Targetti dove si svolgeranno i corsi di recitazione per ragazzi e adulti tenuti da Chiara Luccianti e la parte pratica del corso di Operatore e Fotografia tenuto da David Becheri, coautore della serie web tutta pratese “GETALIVE”.  La Scuola intende anche avviare una collaborazione più stretta con i servizi educativi di Prato, in particolare attraverso il progetto “Conoscersi per stare bene insieme”, progetto sull’intercultura e l’inclusione che coinvolge numerose scuole dell’infanzia e scuole primarie del territorio pratese, all’interno del quale la Scuola di Cinema svolgerà delle attività con i più piccoli utilizzando il video non solo come strumento di documentazione dell’attività laboratoriale ma soprattutto come mezzo di libera espressione e di autonarrazione.

Questi i corsi per la stagione 2018-2019:

Laboratorio di sceneggiatura permanente riservato agli ex corsisti coordinato dai docenti Ilaria Mavilla e Gabriele Marco Cecchi. Il laboratorio nasce dalla volontà di accorciare le distanze tra il centro di produzione della Scuola e i suoi allievi, coinvolgendoli creativamente nella progettazione e nella scrittura di soggetti e sceneggiature destinate alla ricerca fondi, alla partecipazione ai bandi a sostegno del Cinema o a concorsi degni di nota. Il laboratorio quest’anno vede la partecipazione di cinque ex corsisti che, divisi in due gruppi di lavoro, stanno portando avanti due progetti che verranno presentati il prossimo mese al Bando del MIBACT per il contributo allo sviluppo delle sceneggiature: un soggetto per un lungometraggio sulla storia di Italia Donati e un progetto di serie tv ambientata in Cilento.

Laboratorio ABCiak dedicato ai ragazzi dagli 11 ai 15 anni per avvicinare i più giovani al linguaggio cinematografico. Un percorso completo che li vede protagonisti di tutte le fasi del processo creativo e produttivo. Dall’ideazione del soggetto, all’organizzazione del set fino ad arrivare al montaggio.

Il Progetto Nuovo Cantiere Cinema con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Prato prevede due corsi di formazione con stage finale.

Workshop/corso di regia di cinema documentario dedicato a chi vuole fare del cinema un mezzo al servizio del reale, condotto da Samuele Rossi. Le ultime quattro settimane del corso saranno interamente dedicate da parte degli studenti alla realizzazione di personali instant documentaries della durata massima di 10 minuti. Alla fine del percorso saranno selezionati 2 studenti della classe per l'attivazione di due tirocini formativi da effettuarsi all'interno delle produzioni in corso della produzione cinematografica Echivisivi.

Seminario Intensivo di Produzione e Organizzazione Cinematografica Creativa per chi vuole imparare le più innovative e moderne modalità produttive. Il corso prevede analisi, elaborazione e costruzione di percorsi produttivi cinematografici indipendenti. Una full-immersion totale nel mondo della produzione cinematografica indipendente condotto da Samuele Rossi attraverso lo studio, l'approfondimento e un approccio pratico delle più innovative e moderne modalità produttive basate sulla centralità dell'opera artistica e la sua indipendenza. Dalla costruzione di percorsi indipendenti ed autonomi (per cominciare a fare cinema facendo sul serio) all'elaborazione di modelli produttivi commerciali e su vasta scala (per affrontare la grande industria cinematografica). Alla fine del percorso saranno selezionati 2 studenti della classe per l'attivazione di due tirocini formativi da effettuarsi all'interno della produzione cinematografica Echivisivi.

Nel cantiere della Scuola di Cinema Anna Magnani c’è inoltre un film dedicato a Margherita Datini, una preziosa occasione per promuovere un pezzo di storia affascinante e fondamentale della città di Prato. Margherita Datini è la prima imprenditrice della storia, una donna che alla fine del Trecento, con saggezza e determinazione, seppe condurre l’amministrazione di una casa e di una famiglia che poi sono rimaste nella storia. Un compito molto difficile, visto che stiamo parlando del patrimonio del ricco mercante Francesco di Marco Datini. Il film ripercorrerà i momenti più importanti della sua vita, a partire dal suo arrivo al Canto del Porcellatico insieme al suo illustre marito. 

Per informazioni:
www.scuoladicinema.org

22/10/2018