Cantine Aperte di Cristallo: il vino sposa l'artigianato a Colle Val d’Elsa

Sabato 7 marzo un tour tra le botteghe dei maestri vetrai con degustazione dei grandi vini del territorio, dal Brunello al Nobile

Una giornata dedicata ai wine lovers e agli amanti dell’artigianato artistico: sabato 7 marzo i vini d’autore della Toscana incontrano le produzioni dei maestri del vetro di Colle Val d’Elsa per “Cantine Aperte di Cristallo”. L’evento, organizzato dal Movimento Turismo del Vino della Toscana, propone un percorso didattico e sensoriale, tra visite agli atelier e al Consorzio del Cristallo abbinate alle degustazioni dei vini più pregiati del territorio.

“Sarà come una caccia al tesoro - spiega Violante Gardini, presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana - che porta nelle botteghe dei maestri vetrai e molatori e nel Museo del Cristallo. È qui che gli appassionati di vino potranno scoprire come nascono i bicchieri più raffinati, frutto di design, artigianalità e alta tecnologia. Ogni tappa del percorso offre l’assaggio dei vini di diverse cantine, presentati dai loro artefici o dai sommelier esperti”.

Si parte dalle degustazioni di Chianti Classico con le cantine Cantalici, Castello di Radda e Castellare di Castellina, di scena nel laboratorio della cristalleria RCR, per poi proseguire nella cristalleria Collevilca, dove sarà servito l’Orcia ed il Brunello di Donatella Cinelli Colombini, il Carmignano di Tenuta di Capezzana e Artimino, e il Nobile di Montepulciano. Qui si terrà anche una lezione di bon ton sulle regole per una tavola elegante e sull’uso dei bicchieri da vino.

Proseguendo nelle tappe successive, le molerie diventano le protagoniste del percorso: alla Moleria La Grotta del Cristallo si potranno assaggiare il Chianti dell’Agricola Tamburini, il Chianti Colli Senesi di Borgo Santinovo e i vini delle Colline Aretine con Camperchi, mentre alla Moleria Franco Cucini sarà possibile ammirare un artigiano all’opera e degustare il Brunello delle aziende Loacker Corte Pavone e Poggio San Polo, senza dimenticare i distillati della Distillerie Bonollo. La giornata si conclude al Museo del Cristallo, con l’assaggio dei vini della cantina Varramista della zona di Pisa, il Montecucco di Tenuta l’Impostino e il Morellino di Scansano con Rocca di Frassinello.

Per informazioni: www.mtvtoscana.com

03/03/2015